Mobilità

Bus Rapido Brt a Bari: affidato il servizio di supporto alla progettazione

Bus rapidi e quattro linee per rivoluzionare il trasporto pubblico a Bari
Bus rapidi e quattro linee per rivoluzionare il trasporto pubblico in città
scrivi un commento 176

È stato aggiudicato con determina dirigenziale alla Architecna engeneering s.r.l. il servizio di prestazioni tecnico-specialistiche a supporto del Rup finalizzate all’adeguamento del progetto di fattibilità tecnico-economica della realizzazione del sistema BRT (bus rapid transit) per la città di Bari, in modo da poter bandire la progettazione definitiva ed esecutiva entro l’estate.

Sulla base della tempistica prevista per la realizzazione dei progetti del PNRR, e tenuto conto delle nuove indicazioni ministeriali contenute nelle “FAQ PNRR Misura M2C2 – 4.2 Sviluppo trasporto rapido di massa”, l’amministrazione comunale ha valutato la possibilità di richiedere all’azienda in questione – che a seguito di un’indagine di mercato condotta dal settore Urbanizzazioni primarie è risultata essere tra i pochi operatori economici specializzati in possesso di adeguata esperienza tecnica relativa alle infrastrutture metropolitane, tranvie e BRT, tanto da risultare responsabile della progettazione di infrastrutture per il trasporto e tranvie metropolitane in città quali Bologna, Milano e Firenze – lo sviluppo delle seguenti attività propedeutiche alla gara di progettazione per la realizzazione del nuovo sistema di trasporto:

1) redazione della documentazione generale e tecnico-specialistica,

2) coordinamento e l’integrazione delle prestazioni specialistiche,

3) redazione del capitolato informativo,

4) redazione del piano preliminare di manutenzione

5) redazione della relazione di verifica preventiva dell’interesse archeologico.

La Architecna Engeneering s.r.l., dal canto suo, oltre ad avere dato la propria disponibilità a svolgere l’incarico in tempi particolarmente ristretti per consentire  il rispetto delle scadenze del PNRR, ha fornito all’amministrazione una proposta con una percentuale di ribasso del 9,7% sull’importo a base di offerta, valutato dagli uffici in € 133.000.

Il sistema di BRT, finanziato dal ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile per 160 milioni di euro a valere sui fondi PNRR, ricalca il piano di sviluppo e ottimizzazione delle linee urbane di trasporto pubblico presente nel PUMS cittadino e coinvolgerà una parte essenziale della rete portante che si snoda in base alla presenza di attrattori cittadini e di rango metropolitano quali Palazzo di Città, le sedi Universitarie dell’area centrale, il Campus delle facoltà scientifiche, il Policlinico e alcuni nodi di scambio importanti: 2 dei 3 Park&Ride e la stazione ferroviaria “Executive” di prossima realizzazione.

Il sistema è costituito da 4 linee (linea Blu, linea Rossa, linea Verde e linea Lilla), tutte realizzate in sede riservata con preferenziazione semaforica per una percentuale del percorso superiore al 70%. Le linee saranno percorse con bus elettrici, prevedendo la realizzazione di opportune stazioni di ricarica rapida distribuite all’interno del corridoio infrastrutturale.

Denominate Linea Blu, Rossa, Verde e Lilla, le linee di progetto servono rispettivamente le connessioni lungo i corridoi:

  • radiale Fesca – San Girolamo – lungomare di Ponente – piazza A. Moro
  • radiale Sant’Anna – Japigia – lungomare di Levante – piazza Moro
  • orbitale Fiera del Levante – Policlinico – Politecnico – Stazione Executive
  • radiale parco 2 Giugno – piazza Moro.

La rete servita dal nuovo sistema di trasporto si sviluppa per una lunghezza di circa 29,93 km, dei quali circa 6,11 km sono rappresentati da percorsi in sede promiscua lungo viabilità ordinaria e la restante parte in sede riservata, in una percentuale di circa l’80%. Lungo la rete è prevista la realizzazione di 89 fermate, 29 intersezioni semaforizzate principali, 129 intersezioni semaforizzate secondarie e 53 attraversamenti pedonali, sempre semaforizzati.

Per la realizzazione del progetto si è optato per l’adozione di bus elettrici a doppia cassa della lunghezza di 18 m, dotati di batterie ricaricabili attraverso sistemi di ricarica rapida alle fermate. Per quanto attiene al corridoio infrastrutturale a servizio della linea BRT, le sue caratteristiche fondamentali sono la presenza di corsie di marcia riservate e l’implementazione di priorità semaforiche, in particolare in corrispondenza delle intersezioni.

giovedì 9 Giugno 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti