Cultura

Medimex 2022, tornano i grandi live: The Chemical Brothers il 14 luglio a Bari

La Redazione
Torna anche il ricco calendario di attività dal vivo: incontri d'autore, scuole di musica, attività professionali, showcase, proiezioni
scrivi un commento 275

Medimex 2022 segna il ritorno dei grandi live con i concerti di Nick Cave & The Bad Seeds a Taranto (19 giugno) e The Chemical Brothers a Bari (14 luglio) e il ritorno della manifestazione nel capoluogo pugliese dove è nata nel 2011. Una lunga edizione in programma dal 16 al 19 giugno a Taranto e dal 13 al 15 luglio a Bari per l ’International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese, appuntamento di riferimento per il mercato musicale italiano e il grande pubblico di appassionati. “Il Medimex è un un modo per far sentire tutte le comunità parte della stessa squadra. Il Medimex di quest’anno abbraccia Bari e Taranto e le unisce. Cominciamo col botto: a Taranto Nick Cave and the Bad Seeds e a Bari i the Chemical Brothers sono due concertoni, di quelli che faranno venire gente da tutta Italia e da tutta Europa – dichiara Michele Emiliano, Presidente Regione Puglia – E noi ci auguriamo che questa alleanza tra Bari e Taranto sia sacramentalizzata dalla Cultura e soprattutto dalla Regione Puglia che vede in queste due città un punto di forza. Speriamo che questa capacità che avremo di gestire con intelligenza grandi eventi, che sono i primi post Covid, ci possa restituire quella serenità, quella pace e quella energia, anche di tipo economico, di cui soprattutto Taranto ha bisogno. Perché è la sorella della quale abbiamo più cura. Tutto in questo momento è dedicato all’Ucraina, ogni atto dell’Amministrazione, ogni volta che abbiamo un pensiero o un’idea. Tutto è dedicato alla pace e in particolare all’Ucraina che in questo momento sta subendo un’aggressione brutale. Medimex esprime tutta la nostra volontà di unità e di pace”. “Dopo due fortunate edizione in versione digitale e ibrida torniamo alla nostra vera natura con un Medimex live che anche quest’anno offrirà un calendario di altissimo livello – dichiara Cesare Veronico, coordinatore artistico Puglia Sounds/Medimex – ci sono i grandi concerti di Nick Cave e the Chemical Brothers, le due imperdibili mostre dedicate a Pink Floyd e The Queen ma anche un notevole programma di attività professionali, gli showcase dei talenti pugliesi, incontri d’autore e molte soprese che annunceremo nelle prossime settimane. Vi prometto che Taranto e Bari saranno più divertenti durante i giorni del Medimex". “In questo momento così buio rispondiamo con il più potente messaggio di Pace: la musica. Il Medimex quest’anno torna con un’edizione importante e tornano i grandi concerti dal vivo e questo significare dare un segnale di ripresa e di speranza nel futuro alle tante persone che lavorano nella musica – il commento di Grazia Di Bari, Consigliere delegato Politiche Culturali, Patrimonio Materiale e Immateriale e Valorizzazione dei Borghi Regione Puglia –  È il momento del ritorno dei grandi nomi, ma anche di  dare alla alla nostra filiera di produzione la possibilità di farsi conoscere e apprezzare a livello nazionale e internazionale.  Teniamo anche tanto alla formazione e stiamo lavorando su questo. Medimex è una grande manifestazione che coniuga una validissima offerta per il grande pubblico, con un programmazione ricca di grandi nomi della musica mondiale,  e una fondamentale occasione di crescita e visibilità per la musica pugliese” “Il ritorno del Medimex nella nostra città è una notizia bellissima, tanto più che coincide con l'arrivo dei the Chemical Brothers, simbolo della musica elettronica che da più 20 anni fa ballare e unisce il pubblico di tutto il mondo – il commento di Antonio Decaro, Sindaco di Bari – Un appuntamento imperdibile, quello con il duo britannico,  che sono sicuro richiamerà a Bari spettatori da ogni parte d'Italia, a maggior ragione dopo la lunga assenza degli spettacoli dal vivo. Ospiteremo a Bari  un appuntamento che si annuncia come uno degli eventi più attesi della prossima estate barese. Ringrazio la Regione Puglia e Puglia Sounds per aver scelto di riportare a Bari parte delle attività di questa fiera musicale che sin dalla sua nascita ha saputo imporsi nel panorama dell'industria musicale nazionale racconta la nostra terra da un'altra prospettiva.  La nostra città, che ha visto intere generazioni spostarsi in giro per l'Italia e per il mondo per assistere ai grandi concerti, diventa così un palcoscenico prestigioso, in Italia e in Europa, e si prepara ad accogliere il grande pubblico perché possa vivere il meglio della musica e la straordinaria bellezza del nostro territorio”. “A Taranto la macchina comunale è a piena disposizione di questa iniziativa. Al mio arrivo, sono salito su una macchina già in corsa -il commento di Vincenzo Cardellicchio, Commissario Prefettizio Taranto – A Taranto c’era da correre e ho corso anche io, perché in questa città ogni giorno c’è da fare per la valorizzazione della cultura. Il Medimex, in questo senso, sarà ancora una volta un grande evento, corale con la città di Bari: durante i concerti, dalla rotonda di Taranto si avrà la possibilità di vedere l’isola di San Pietro, da quella di Bari si vedrà il mare”. “Questa è un’edizione importante per il Medimex, non solo per il programma imponente, ma perché rappresenta un segnale forte di normalità in un momento così difficile – il commento di Giuseppe D’Urso, Presidente Teatro Pubblico Pugliese – Un’edizione che si sdoppia tra Taranto e Bari e torna nella sua forma naturale con un programma che, come di consueto, ai grandi concerti associa iniziative che coinvolgono artisti e operatori musicali pugliesi: dagli showcase alle importanti attività professionali senza dimenticare le scuole di musica che sono un fiore all’occhiello del Medimex”. “Vorrei riprendere alcuni aspetti che il presidente sottolineava e ringraziare i tantissimi che lavorano alla realizzazione di questa operazione complessa. Gli eventi come il Medimex non sono fino a se stessi ma sono dei segni nell’ambito delle politiche culturali che questa regione sta dando – dichiara  Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo e Cultura Regione Puglia –  Il Medimex a Taranto era una modalità per assecondare il processo di riposizionamento  di Taranto nel contesto regionale e  nazionale. Anche grazie al Medimex firmeremo l’accordo per l’istituzione della biennale della cultura a Taranto. Non è un caso che il Medimex, nato a Bari, torni in questa città dove servirà per la programmazione strutturale di tutto l’anno del Kursaal Santalucia. La formazione continua sarà stabilmente incardinata nei contenitori pubblici della regione. Medimex è un processo che si svolge tutto l’anno con l’erogazione di sostegno agli operatori dello spettacolo e della musica per produrre, superare le crisi, tornare a calcare i palchi nazionali e internazionali. Quest’anno siamo riusciti, riprendendo una programmazione più normale, a pianificare le attività in un tempo più ragionevole, mettendo il tutto a sistema. Il mondo della cultura oggi deve mettersi in rete perché nessuno si può salvare da solo, il valore di ciascuno si realizza solo in relazione agli altri. In questi giorni stiamo preparando un nuovo programma culturale regionale 2021-2027 basato su Welfare culturale e reti culturali territoriali. Queste le condizioni per stabilire quel partenariato pubblico-privato fondamentale per la valorizzazione della cultura”. “Veniamo da una fase molto complicata per turismo e cultura, toccati nelle loro corde vive dalla pandemia. Siamo qui per ripartire, da due capoluoghi di regione e provincia importanti – il commento di Luca Scandale, direttore generale Pugliapromozione –  Il Medimex ha cambiato di molto la percezione turistica della città di Taranto, che ha oggi il Delta di crescita turistica più elevato. Con Bari c’è un rapporto speciale, sono davvero contento di riprendere la collaborazione con tutti gli enti che, insieme, realizzano questo lavoro eccezionale” A Taranto da giovedì 16 a domenica 19 giugno Medimex torna con un fitto programma di iniziative nei luoghi più rappresentativi della città che culmineranno nel concerto di Nick Cave & The Bad Seeeds domenica 19 giugno, rotonda del Lungomare di Taranto, per la prima tappa italiana del tour mondiale. In calendario anche incontri d’autore con i protagonisti della musica italiana, uno speciale video mapping sul castello aragonese e attività collaterali. In programma inoltre dal 16 giugno al 17 luglio al MArTA. Museo Archeologico Nazionale di Taranto, una mostra dedicata ai Pink Floyd. Dopo Taranto il Medimex torna a Bari, da mercoledì 13 a venerdì 15  luglio, con un ricco calendario di attività rivolte a pubblico e operatori del settore che prevede il concerto dei The Chemical Brothers, giovedì 14 luglio rotonda via Paolo Pinto (nei pressi dell’ingresso monumentale Fiera del Levante), incontri d’autore con i protagonisti della musica italiana, attività professionali e di networking rivolte ad artisti e operatori musicali regionali e nazionali che come di consueto ospiteranno i rappresentanti dei principali festival e istituzioni culturali italiani ed internazionali e ancora scuole di musica rivolte a chi vuole avvicinarsi al mondo della musica e ai professionisti, showcase degli artisti pugliesi e numerose attività collaterali. Anche a Bari in programma un’importante mostra fotografica dedicata ai Queen, dal 13 luglio al 28 agosto Spazio Murat. La prevendita per i concerti di Nick Cave & The Bad Seeds il 19 giugno a Taranto e The Chemical Brothers il 14 luglio a Bari è attiva dalle ore 12.00 di martedì 5 aprile nel circuito Vivaticket. Il programma completo di Medimex 2022 sarà annunciato nelle prossime settimane. Aggiornamenti costanti sono disponibili sul sito web medimex.it.

lunedì 4 Aprile 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti