INTERVISTA BIANCOROSSA

Mignani spinge il Bari: “A Catanzaro forti delle nostre certezze”

La Redazione
Il tecnico della capolista pugliese suona la carica per affrontare nelle migliori condizioni mentali il big match in casa della seconda della classe
scrivi un commento 43

Michele Mignani suona la carica nello spogliatoio del Bari per affrontare al meglio la gara di domani a Catanzaro contro la seconda della classe calabrese: "E' una partita importante – attacca il tecnico del Bari capolista del girone C di Lega Pro – perché arriva alla fine del campionato e i punti valgono doppio. Il Catanzaro farà di tutto per batterci e giocherà con idee e concetti usati sinora. Sarà molto dura e fisica, ma ci arriviamo con la consapevolezza di quanto fatto tutto l'anno e di continuare il percorso".

La strada per affrontarla mentalmente: "Le partite sono lunghe e il Bari deve avere l'atteggiamento giusto, senza snaturare gioco e modo di pensare. Andremo a fare male all'avversario. Bisognerà gestire i differenti momenti del match. Lo spirito deve essere il solito".

Sinora, il Bari ha dimostrato di saper fronteggiare al meglio gli scontri diretti, con temperamento, grinta e qualità: "Ogni partita è diversa e ho un gruppo di giocatori abituati a giocare partite di questo genere, tirate da tutti i punti di vista. Conosciamo bene il valore dell'avversario. Ci tengo a non sbagliare l'atteggiamento. Non può succedere domenica". "Per me non è la partita dell'anno. Tutte lo sono. Ragiono di partita in partita. Il nostro è stato un campionato di continuità. In questo momento non guardiamo la classifica, ma solo prepararci bene per una partita molto importante. Forse più per loro che per noi".

Le condizioni fisiche di Botta e Paponi. E due parole su Cianci che Mignani ha allenato: "In queste partite conta la testa, non le gambe. Botta e Paponi sono pronti per giocare dall'inizio. Faremo comunque delle valutazioni. Qualcuno può servire in panchina per cambiare la gara in corso. Stanno entrambi bene. Cianci l'ho allenato e l'ho apprezzato per qualità e valori umani. Per lui è una partita particolare. Lo saluterò volentieri". Belli quasi pronto: "Sta bene. Non aveva nulla di che. Abbiamo anche altre soluzioni. Pucino, invece, non recupera. Non saranno tuttavia tempi lunghi".

Il vantaggio di arrivare alla sfida nelle migliori condizioni possibili: "Il Bari nelle ultime tre partite è tornato quello che sta bene fisicamente, ha riacquisito fiducia, forza e un filo logico nel gioco. Questo da' la consapevolezza e la forza. Abbiamo le nostre certezze. Rispettiamo il Catanzaro, ma lo affrontiamo senza paura. Il campionato comunque non finisce domenica".

Dubbio Galano-Botta. Staffetta in vista? "Si e no. Sono due giocatori che possono stare anche insieme. Possono coesistere tranquillamente. Galano è in crescita. Botta ha la stoccata vincente. C'è ancora un giorno. Vediamo".

sabato 12 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti