Attualità

Don Luigi Ciotti a Bari: «La nuova variante Covid è la criminalità»

La Redazione
Il presidente nazionale di Libera a Bari per un incontro con gli operai della zona industriale davanti ai cancelli della ex Om Carrelli, organizzato da Libera con le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil
scrivi un commento 113

"Dove si creano situazioni di fragilità, di vulnerabilità come la mancanza di dignità, perché il lavoro dà dignità, identità, vita alle persone, se viene a mancare questo, le mafie si infiltrano. Loro ci sono. Gli ultimi dati che sono stati raccolti sono la dimostrazione che c'è una nuova variante del Covid che è la variante criminalità". Lo ha detto don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera, oggi a Bari per un incontro con gli operai della zona industriale del capoluogo pugliese davanti ai cancelli della ex Om Carrelli, organizzato da Libera con le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil. Quello del lavoro "è un problema urgente e per i problemi urgenti ci vogliono risposte urgenti, uno scatto in più da parte di tutti" ha detto don Ciotti. "Dobbiamo vigilare, ma soprattutto bisogna dare lavoro. Senza lavoro – ha continuato – la società muore. Noi dobbiamo fare in modo che questi amici, queste amiche che stanno lottando per la loro dignità, per la loro famiglia, per i loro figli non possono essere lasciati soli. Questa è una responsabilità di tutti. Il problema più grave non è solo di chi è coinvolto e che non fa quello che deve fare, ma di chi guarda e lascia fare". "Dobbiamo essere cittadini non a intermittenza – ha concluso – e dobbiamo essere cittadini responsabili. Il problema degli altri è un problema anche nostro, il problema di questi lavoratori è un problema che deve essere di tutti, non dobbiamo lasciarli soli".

venerdì 4 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti