Attualità

Si insedia il nuovo presidente del Tribunale, Pappalardo: «Priorità l’abbattimento dell’arretrato»

La Redazione
64 anni, ricopre l'incarico lasciato vacante un anno fa da Domenico De Facendis
scrivi un commento 164

Si è insediato oggi il nuovo presidente del Tribunale di Bari, Alfonso Maria Pappalardo, già presidente del Tribunale di Brindisi dal 2015, designato lo scorso dicembre dal plenum del Consiglio superiore della magistratura. Pappalardo, 64 anni, ricopre l'incarico lasciato vacante circa un anno fa da Domenico De Facendis. "Spero di fare del mio meglio" ha detto Pappalardo a margine della cerimonia di insediamento. Le priorità sono, "l'abbattimento dell'arretrato" ha anche specificato, la "riduzione dei tempi dei processi" e infine "dare serenità e tranquillità all'ambiente". Alla cerimonia ha partecipato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, magistrato in aspettativa: "Quello che ci lega – ha spiegato Emiliano – è un sentimento nato tanti anni fa nelle nostre discussioni. Il presidente Pappalardo è tra coloro che da sempre mi hanno messo in guardia dalle insidie della vita pubblica ed oggi di tempo ne è passato ma, in qualità di rappresentanti delle istituzioni, facciamo il meglio che possiamo. Lo facciamo con uno spirito di dedizione che è lo stesso degli anni della magistratura". Rivolgendosi, inoltre, alle autorità presenti e ai rappresentanti del Tribunale, Emiliano ha aggiunto che "nel rivedervi tutti insieme, a presidio delle istituzioni repubblicane, vi ringrazio perché il compito che abbiamo davanti è sempre superiore alle nostre capacità. Questo vale per gli operatori sanitari quanto per i giudici monocratici, per i marescialli dei carabinieri quanto per i prefetti. Ma questo insieme di cose consente al nostro Paese di mantenere il radicamento nella Costituzione repubblicana e di essere un punto di riferimento di civiltà anche in questo momento drammatico". 

lunedì 28 Febbraio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti