INTERVISTA BIANCOROSSA

La rassicurazione di Di Cesare: “Nello spogliatoio, nessun mal di pancia”

La Redazione
Il difensore centrale di origini romane invita la squadra a concentrarsi su stessa senza tener conto delle inseguitrici
scrivi un commento 36

Torre del Greco chiama e molto porbabilmente Valerio Di Cesare risponderà. Alla vigilia della trasferta in Campania, in programma domani alle 18 per la 27ma giornata di C, il capitano del Bari scalda i motori per riprendere il posto da titolare persono dallo scorso 24 ottobre, giorno dell'infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dal campo sino allo scorso 30 gennaio con uno scampolo di gara contro la Paganese. Gettone di presenza valso le 150 presenze in sei anni di Bari: "Non so se domani giocherò dall'inizio – attacca il calciatore romano – ma so solo che mi sono allenato bene per farmi trovare pronto e ritrovare la condizione precedente l'infortunio. Il mister fa le scelte e non non conta chi gioca. Il momento è delicato, conta l'obiettivo finale e non chi gioca e quanto gioca".

"Anche io – dice – pensavo in forcing finale a Monopoli dopo l'espulsione del loro attaccante. Potevamo fare di più, ma il punto preso è buono  e ci sta. Forse stona la sconfitta col Messina. Avrei pagato all'inizio dell'anno per stare in testa a più sette a questo punto della stagione. Nella tifoseria c'è un po' di preoccupazione, ma per otto mesi abbiamo dimostrato di avere valori tecnici e umani. Il girone di ritorno è sempre più difficile. Le squadre si chiudono. Domani c'è una partita difficilissima contro la squadra che di più mi ha impressionato nel girone di andata".

L'importante è non cadere nella trappola delle provocazioni delle avversarie alla vittoria del campionato: "Bisogna mantenere i nervi saldi – raccomanda Di Cesare – . Le preoccupazioni sono di chi insegue, non nostri. Gli episodi di Monopoli capitano in tante altre occasioni. Qualcuno vorrebbe giocare di più, ma non siamo nervosi. Siamo tranquilli e ci sta che uno è nervoso perché vuole più spazio. C'è sempre stato questo". "Le mie motivazioni – continua – sono alte e a volte ho pianto perché non mi aspettavo l'infortunio. Pian piano ho preso coscienza che potevo farcela e le motivazioni hanno fatto il resto. Stare lontano dal campo e dai compagni è stata dura".

"Non siamo minimamente preoccupati. Più sette sulla seconda non basta ma è un buon bottino. Gli altri parlano e lo hanno sempre fatto. Non mi interessa, penso solo che il Bari sta facendo un grande campionato. Sulle recenti dichiarazioni dei miei compagni dico solo che ognuno ragiona con la sua testa e dice quello ritiene opportuno. Per quanto mi riguarda, non avrei mai pensato di giocare 150 volte con la maglia del Bari. Non sono uno che proclama amore sui social. Preferisco i fatti. Sono anche sceso in D, un segnale. Il futuro? Non lo so, spero solo di chiudere la mia carriera a Bari. Ho in testa ciò che vorrei fare, ma non è arrivato il mio momento. Per ora voglio giocare, sento il fuoco dentro che mi fa andare avanti. Ora, a 38 anni, vivo alla giornata. A fine anno, prenderò delle decisioni".

Di Cesare spegne le congetture su eventuali mal di pancia all'interno dello spogliatoio: "Non ci sono mal di pancia nello spogliatoio. Gli episodi negativi ci sono sempre stati e quando si pareggia o perde vengono fuori aspetti di cui non si parla quando si vince. Tutti sappiamo quello che ci stiamo giocando. Arrabbiature sì, ma preoccupazioni no. Sul piano fisico, il mese fermi ci ha un po' ammazzato. Ma una squadra che non corre, alla fine fa fatica. Non è successo né col Messina né a Monopoli".

Domani c'è la Turris reduce da tre sconfitte consecutive. Una squadra che prende gol con facilità, ma con gli stessi 43 gol realizzati dal Bari: "Mi ricordo che all'andata loro portavano tanti giocatori davanti e creavano problemi. E hanno anche qualità. Una Turris molto forte, fastidiosa in partita secca. Non so se si metteranno dietro e poi ripartono. Sarà dura, per giunta su campo sintetico. Una partita difficile. Il fatto che abbia perso le ultime tre non conta niente".

lunedì 14 Febbraio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti