LA PARTITA

Monopoli e Bari non si fanno male: le inseguitrici ringraziano

La Redazione
Alle spalle dei biancorossi vincono Avellino, Catanzaro e Palermo. Martedì la trasferta di Torre del Greco
scrivi un commento 31

Monopoli-Bari 0-0
MONOPOLI (3-5-2): Loria, Mercadante, Bizzotto, Starita (34' st Rossi), Grandolfo (20' st Borrelli), Guiebre (43' st Natalucci), Bussaglia, Arena, Vassallo (34' st Novella), Langella (20' st Morrone), Viteritti. A disp. Guido, Iurino, Pambianchi, D'Agostino, Romano, Nina, Quaini. All. Colombo.
BARI (4-3-1-2): Frattali; Pucino, Gigliotti, Terranova, Ricci; Maita, Maiello (44' st Bianco), Scavone; Mallamo (38' st D'Errico); Simeri (44' st Paponi), Antenucci (14' st Cheddira). A disp. Polverino, Plitko, Di Cesare, Citro, Misuraca, Mazzotta, Belli, Daddario, Paponi. All. Mignani.
ARBITRO: Rutella di Enna.
NOTE: Cielo sereno, 13 gradi circa, terreno in discrete condizioni; spettatori 2.029 (sold out) di cui 250 settore ospiti. 32' st espulso Borrelli per doppia ammonizione. Rec. 5' st.
MONOPOLI – Il Bari raccoglie un punto dal Veneziani di Monopoli, palcoscenico del derby barese della 26ma giornata di C, mentre le inseguitrici iniziano a fare sul serio. Uno 0-0 senza infamia e senza lode che in parte riscatta il passo falso di domenica scorsa sul Messina ma che riduce a sette il margine di vantaggio su Avellino e Catanzaro. Dietro, vince anche il Palermo. Il tutto, in attesa, della sfida del Francavilla a Taranto che – in caso di successo dei brindisini – portebbe la Virtus a meno sei dalla capolista biancorossa. Questo e tanto altro nella sintesi in coda alla super combattuta (nel senso letterale del termine) sfida di Monopoli in cui si registrano un espulso (il biancoverde Borrelli che, in pratica, gioca solo 12') e ben sette ammoniti nel computo complessivo. 
Mignani schiera il Bari che aveva in mente alla vigilia. Le uniche sorprese riguardano la presenza di Scavone a presidiare una delle due corsie esterne del centrocampo (dall'altra parte opera Maita) e quella di Simeri accanto ad Antenucci sul fronte avanzato supportato alle spalle dal rientrante Mallamo. Maiello play basso a copertura del poker difensivo composto dai terzini Ricci e Pucini più Gigliotti e Terranova centrali. Un Bari più fisico per contrastare i centimetri dei biancoverdi privi degli ex biancorossi Piccinni e Hamlili. Bari in tenuta bianca. Monopoli in divisa verde e al calcio d'inizio.
Buono l'approccio della squadra del capoluogo che la mette subito in pressione alta. Il gioco è rapido e brillante. I primi due squilli sono però di marca monopolitana che, tra il 12' ed il 13', porta in dote due occasioni fallite da Langella e Bussaglia. Soluzioni alte, ma molto velenose. Il Monopoli prende coraggio mettendo in difficoltà una retroguardia biancorossa non proprio irreprensibile. Non va meglio in fase di impostazione. 
Tutto sommato, la "battaglia" è gradevole. Non mancano iniziative da una parte e dall'altra. Alla punizione di Viteritti replica un tocco centrale di Maita bloccato da Vassallo in ripiegamento. Bari che sul finire del primo tempo manca il vantaggio dagli sviluppi di un corner: Maiello dalla bandierina, Gigliotti inzucca a colpo sicuro ma Bussaglia salva sulla linea di porta. Lo stesso Bussaglia si esibisce in acrobazia chiamando Frattali ad un intervento decisivo.
Si riprende nel secondo tempo con gli stessi effettivi del primo. L'abbrivio barese promette bene. Antenucci spedisce di pochissimo alto sugli sviluppi di un angolo. Al 13', ancora Bari: Ricci serve Maita e Loria chiude sulla sinistra. Mignani sceglie Cheddira per Antenucci. Forse cìè un fallo da rigore sul neoentrato. La contesa si innervosisce. Rutella amminisce in continuazione. A bordocampo spariscono palloni ed il gioco ristagna tra le proteste del Bari. Il finale è passerella di cambi che non modifica l'esito del match e rimanda il discorso alla trasferta di martedì prossimo a Torre del Greco.
 

sabato 12 Febbraio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti