Cronaca

Servizi a largo raggio dei Carabinieri. 7 arresti e droga sequestrata

La Redazione
Il bilancio dei controlli negli ultimi giorni
scrivi un commento 264

In questi ultimi giorni, i Carabinieri della compagnia di Bari Centro e del Nucleo radiomobile hanno arrestato complessivamente 7 persone, 4 per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, una per rapina impropria, una per furto aggravato e minaccia a pubblico ufficiale e una per violazione alla sorveglianza speciale.

I militari di Bari Centro hanno arrestato, con le accuse di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, un 49enne trovato in possesso in zona Poggiofranco di 42 grammi di hashish; un 22enne e un 24enne, con precedenti, sorpresi a Bari Vecchia, in due diverse circostanze, nello spaccio. Altra droga, marijuana e hashish, e denaro contante, sono sstati trovati durante una perquisizione. Un altro 42enne, con precedenti, è stato sorpreso a Poggiofranco mentre cedeva eroina; in suo possesso anche cocaina.

Tutti gli arrestati sono finiti ai domiciliari. Gli acquirenti delle sostanze stupefacenti, unitamente a altri tre tossicomani sorpresi con modiche quantità di sostanze stupefacenti nel corso di altri controlli, sono stati segnalati alla Prefettura.

Un sorvegliato speciale, con obbligo di soggiorno, è stato arrestato perché sorpreso a Japigia alla guida di un ciclomotore.

Inoltre, nel quartiere Murat, gli stessi militari hanno scoperto e sequestrato, a carico d’ignoti, al termine di ispezioni all’interno di un vano condominiale oltre 4,7 chili di marijuana, oltre 1,5 di hashish, oltre 39 grammi di cocaina, due guanciole per pistola a tamburo e materiale per il confezionamento di stupefacente.

I militari del Nucleo radiomobile hanno arrestato, all’interno di un supermercato nel rione San Pasquale, per rapina impropria in concorso, un 43enne georgiano, con precedenti. Lo straniero, assieme a un complice, aveva nascosto sotto la propria camicia 2 bottiglie di superalcolici del valore di 35 euro circa, oltrepassando la cassa e aggredendo il responsabile del negozio che aveva preteso la restituzione della merce. Il complice, senza aver sottratto nulla, si è dileguato. Il 43enne si trova in carcere.

Un 34enne è strato invece fermato con le accuse di furto aggravato continuato e resistenza a pubblico ufficiale. Sorpreso per le strade del Libertà da una pattuglia dopo aver tentato di forzare le portiere di due utilitarie con un paio di forbici, senza riuscire nell’intento, con strattoni e minacce voleva impedire ai militari di procedere al suo controllo. Riportato alla calma, è finito agli arresti domiciliari.

lunedì 16 Luglio 2018

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti