Cronaca

Sei rapine in due settimane, tre arresti

La Redazione
close
Sei rapine in due settimane
In manette un 24enne, un 25enne e 35enne, tutti di Casamassima. I "colpi" dal 4 marzo al 18 marzo tra Capurso, Rutigliano, Valenzano, Mola, Casamassima e Sannicandro
scrivi un commento 253

Sono accusati di aver messo a segno, nella scorsa primavera, numerose rapine ai danni di negozi di generi alimentari, casalinghi e tabaccherie nell’area metropolitana a Sud di Bari, in particolare a Capurso, Rutigliano, Valenzano, Mola di Bari, Casamassima e Sannicandro di Bari.

Tre soggetti con precedenti, di 24, 25 e 35 anni, tutti di Casamassima, sono stati arrestati ieri dai Carabinieri della compagnia di Triggiano.

Le indagini che hanno portato agli arresti, disposti dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bari, Giovanni Abbattista, sono state coordinate dal sostituto procuratore di Bari, Larissa Catella,

La scia di colpi ha visto mettere a segno 5 rapine e un tentativo non andato a buon fine, nel brevissimo periodo che va dal 4 marzo al 18 marzo di quest’anno.

Sempre lo stesso il copione: i malviventi arrivavano nell’esercizio da rapinare a bordo di un’autovettura, guidata da un palo e pronta a ripartire. Gli altri due, decisi a tutto, irrompevano negli esercizi commerciali coprendosi il volto con un passamontagna. Un malvivente minacciava gli esercenti con una pistola, poi rivelatasi finta, mentre l’altro si occupava di sottrarre il cassetto del registratore di cassa con l’incasso giornaliero.

L’ultima azione dei malviventi, proprio nella loro città, però non era andata a buon fine. Un esercente, ennesima vittima, aveva reagito, ingaggiando una colluttazione. La pistola era caduta a terra, rompendosi in più pezzi.

I Carabinieri hanno dimostrato la matrice comune nei sei episodi. Preziose si sono rivelate le immagini analizzate ed estrapolate dai sistemi di videosorveglianza degli esercizi commerciali rapinati, le quali, corroborate dalle dichiarazioni di testimoni e dai riscontri effettuati dai militari, hanno consentito di giungere alla identificazione dei tre e di acquisire a loro carico importanti elementi probatori, in tempi piuttosto celeri.

mercoledì 18 Ottobre 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti