Cronaca

Cadavere sugli scogli, aveva 40 anni

La Redazione
Primi accertamenti per dare un nome al corpo
scrivi un commento 216

È di un uomo dell’età presunta di circa 40 anni il cadavere ritrovato nella tarda serata di domenica tra gli scogli sul lungomare 9 maggio di Bari.

Il corpo, dalle prime informazioni, sarebbe rimasto in mare almeno due mesi. Adesso si trova nell’istituto di Medicina legale del Policlinico di Bari, in attesa dell’identificazione.

Sulle cause del decesso al momento la Procura di Bari non fa ipotesi. Sul caso indaga il sostituto procuratore Baldo Pisani, che ha incaricato il medico legale Antonio De Donno dei primi accertamenti finalizzati a dare un nome al corpo.

L’autopsia per chiarire le cause della morte sarà effettuata soltanto in un secondo momento.

L’uomo era di costituzione robusta. L’analisi delle correnti marine suggerisce che arrivi dall’alto Adriatico oppure da Grecia o Albania. Il corpo, trovato senza vestiti, senza capelli e privo degli arti inferiori e superiori, non ha tatuaggi ma un particolare utile alla identificazione è la presenza di due protesi dentali, sulla destra e sulla sinistra dell’arcata superiore.

La Procura di Bari ha autorizzato l’esposizione del cadavere nell’istituto di medicina legale per l’identificazione da parte di chiunque abbia un parente scomparso con queste caratteristiche. In questo caso bisognerebbe recarsi al Policlinico di Bari muniti di radiografia cranica oppure di ortopantomografia.

martedì 3 Ottobre 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti