Cronaca

Condannato si rende irreperibile, rintracciato a Bitetto

La Redazione
In carcere 53enne di origini venezuelane. Dovrà scontare una pena residua di 4 anni, ​5 mesi ​e 14 giorni
scrivi un commento 228

È stato arrestato venerdì a Bitetto il 53enne Vito Pietrantonio. Il soggetto, con precedenti, nato in Venezuela, è stato raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Bari.

Il 53enne deve scontare la pena residua di 4 anni, 5 mesi e 14 giorni di reclusione per il reato di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Stando agli inquirenti, avrebbe fatto parte, tra il 2008 e il 2009, di un sodalizio criminale operante nelle province pugliesi, con consolidati canali di approvvigionamento di droga dalla Spagna e dall’Olanda.

Pietrantonio, domiciliato ufficialmente nel quartiere Japigia di Bari, secondo gli investigatori dell’unità Catturandi della Sezione criminalità organizzata della Squadra mobile si sarebbe reso irreperibile, trovando rifugio in un’abitazione del centro antico del paesino barese, messagli a disposizione da un personaggio noto alle forze dell’ordine. Il domicilio è stato individuato dopo una articolata attività di appostamento e osservazione.

Il 53enne dovrà anche rispondere di violazione degli obblighi della sorveglianza speciale e possesso di documenti d’identità contraffatti. Sono state, infatti, sequestrate una carta d’identità valida per l’espatrio e una patente di guida con le sue foto, ma intestate a un’altra persona.

Per l’arrestato si sono aperte le porte del carcere.

martedì 22 Agosto 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti