Cronaca

Mafia, Dia: «Cresce interesse verso la pubblica amministrazione»

La Redazione
Nella relazione della Dia l'analisi del fenomeno criminale nel secondo semestre del 2016: «Sinergie operative con Camorra, n'drangheta e sodalizi albanesi»
scrivi un commento 192

La città di Bari appare «ancora attraversata da un persistente stato di tensione tra le compagini locali, dovuto alla ricerca di nuovi assetti che si inseriscono nel già mutevole ed instabile scenario criminale».

È quanto emerge dalla relazione della Direzione investigativa antimafia del secondo semestre del 2016.

Per la Dia, «le criticità registrate negli equilibri dei gruppi baresi – e che hanno dato luogo ad episodi di sangue – appaiono per lo più derivanti dalle spinte di affermazione di giovani leve criminali, probabilmente foriere di ulteriori conseguenze».

«I sodalizi pugliesi, pur continuando a prediligere le tradizionali attività criminali (droga, estorsioni, usura, rapine furti, assalti a furgoni portavalori) sembrano manifestare un crescente interesse anche verso la pubblica amministrazione» riferisce il documento sul fenomeno criminale stilato dal dipartimento che riunisce le quattro forze dell’ordine italiane: Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia penitenziaria.

«Significativi, al riguardo – spiega la Dia -, gli accessi disposti nel semestre dai prefetti di Bari e Lecce, rispettivamente nei comuni di Valenzano e Parabita, finalizzati a verificare eventuali condizionamenti della criminalità organizzata.

Altri settori su cui potrebbe rivolgersi, con rinnovato vigore, l’interesse dei sodalizi pugliesi sono lo smaltimento illegale dei rifiuti e la gestione delle slot machine e delle scommesse on-line.

I persistenti segnali, infine, delle sinergie operative attuate per la realizzazione di consistenti traffici di stupefacenti con gruppi camorristici e cosche calabresi, oltre che con sodalizi albanesi, lasciano presagire un’integrazione di competenze criminali in cui le organizzazioni pugliesi potrebbero assumere un ruolo ancora maggiore, con effetti non trascurabili anche sulla strategica Basilicata».

giovedì 27 Luglio 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti