Cronaca

Furto in appartamento a Monopoli, arrestato 49enne. Tenta di investire poliziotto

La Redazione
In carcere barese con precedenti. Fermato sotto casa dopo un inseguimento
scrivi un commento 250

Dovrà rispondere di furto in abitazione e resistenza a pubblico ufficiale il 49enne barese con precedenti Silvio Sidella, arrestato mercoledì dalla Polizia.

Il fermo è il risultato di un’operazione congiunta tra commissariato di Monopoli e Questura di Bari.

Le indagini sono state avviate nella città costiera del Sub barese, in località Montalbano di Fasano. Un poliziotto libero dal servizio ha notato un soggetto a bordo di uno scooter di grossa cilindrata in atteggiamenti sospetti, e ha comunicato il numero di targa al commissariato cittadino. L’individuo, però, non ha gradito queste attenzioni e, per tutta risposta, avrebbe anche tentato di investire l’agente, prima di allontanarsi ad alta velocità.

Poco dopo, ai poliziotti impegnati nelle ricerche in contrada Lamandia, nei pressi di Capitolo, è giunta la segnalazione di un cittadino. Questi ha riferito di essersi imbattuto all’interno della sua dimora in un uomo, intento a rovistare in alcuni cassetti. Il proprietario di casa è stato spintonato e minacciato di morte qualora avesse segnalato il numero di targa alle forze dell’ordine.

Dal controllo la conferma: si trattava dello stesso motore, di proprietà di una donna barese con numerosi precedenti, consorte di un volto noto alle forze dell’ordine.

In collaborazione con la Questura sono stati, così, predisposti posti di blocco sulla statale 16, probabile via di fuga del barese e sorveglianza nei pressi dell’abitazione del fuggitivo. Pochi minuti dopo, il 49enne è stato notato sulla statale mentre sfrecciava a bordo dello scooter: ne è nato un inseguimento, durante cui il barese ha fatto perdere le tracce. È andata meglio ai poliziotti appostati sotto la sua abitazione, a Japigia. Anche qui ha tentato la fuga, ma invano.

Sidella è stato trovato in possesso della refurtiva rubata a Monopoli, come da denuncia, e anche di altri oggetti e valori risultati anch’essi rubati. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Bari. Contestata anche la guida senza patente, revocata in passato, con conseguente sequestro del veicolo.

venerdì 7 Luglio 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti