Spalla

Città Erasmus per un giorno. Un gruppo di studenti stranieri alla Molfetta Night Run

Luigi Caputi
Provengono da Spagna, Polonia, Kazakistan, Lettonia. Grazie all'Esn (Erasmus Student Network) e al socio molfettese Dario De Robertis
scrivi un commento 74

L’elogio della corsa. Del non star fermi, del coraggio, dell’intraprendenza. Della sana follia. Nella Molfetta Night Run ci sarà l’impronta di Erasmo da Rotterdam.

Molfetta, per una giornata, potrà rivestire l’inedito ruolo di città Erasmus. Potrà farlo anche grazie al contributo di Dario De Robertis, socio attivo della sezione di Bari dell’ESN (Erasmus Student Network).

Venticinquenne, molfettese, neo laureato in Giurisprudenza, ha proposto all’associazione Erasmus la partecipazione di studenti stranieri alla corsa che si svolgerà questa domenica.

Aderirà all’iniziativa un gruppo eterogeneo, multietnico: una ventina di ragazzi che stanno vivendo l’esperienza Erasmus a Bari, provenienti da Spagna, Polonia, Kazakistan, Lettonia.

ESN è un’associazione strutturata in tre livelli: a partire dalle 50 sezioni locali (per quella di Bari il presidente è Antonella Mele), raggiunge un estensione nazionale e internazionale; arriva persino ad intessere relazioni con paesi appartenenti geograficamente ma non politicamente all’UE.

“Il nostro – afferma De Robertis – è un progetto lungimirante, dinamico, basato sul concetto di volontariato attivo. Siamo una No-Profit, nessuno di noi soci percepisce stipendio. Ci impegniamo in ogni modo per accogliere gli studenti Erasmus a Bari: li prendiamo dall’aeroporto, assegniamo loro dei tutor linguistici, li aiutiamo a trovare casa, cerchiamo di perfezionare il loro processo di integrazione”.

Apertura mentale, multiculturalità, attivismo, sono le parole d’ordine dei venticinque soci attivi della sezione barese dell’ESN. “Student helps student” è il motto di un’associazione composta quasi esclusivamente da studenti, e prevalentemente da studenti che hanno vissuto o stanno ancora vivendo un’esperienza Erasmus.

“So cosa significa studiare all’estero. Sono stato in Erasmus in Spagna, a Valladolid: mi si è aperto un mondo. Ho avuto la fortuna e il merito di ambientarmi, ho persino lavorato in un pub. Sento di essere cresciuto, di essermi reso conto di molte cose. Adesso cerco di aiutare chi si trova nella situazione in cui mi sono trovato, di fare in modo che l’esperienza Erasmus altrui possa essere estremamente positiva come la mia“.

Conoscere l’altro da sé e far conoscere il sé. Rivalorizzare se stessi, la propria terra, Molfetta. Il senso dell’Erasmus è anche questo: “Amo la mia città. Lasciarla per sei mesi e poi ritrovarla mi ha insegnato quanto valga. Per questo, da socio dell’ESN, cerco di darle visibilità, di farla apprezzare da chi viene dall’estero. L’idea di far partecipare studenti stranieri alla Molfetta Night Run è funzionale alla promozione del nostro territorio”.

Punto cardine dell’ESN è infatti la promozione territoriale, culturale e sportiva. De Robertis pensa di far trascorrere ai venti studenti-corridori l’intera domenica a Molfetta. Prima ancora di correre, potrebbero visitare i posti più suggestivi della città.

“Sto cercando di sondare una disponibilità al prolungamento degli orari di chiusura dei principali luoghi culturali: la Sala dei Templari, la Chiesa della Morte e Torrione Passari su tutti. Per quest’estate vorrei organizzare con i miei soci una festa Erasmus al Bloom. Non sarà facile, ma ci proveremo. Nei mesi scorsi, nell’ambito del progetto Erasmus in School, abbiamo portato nelle scuole superiori molfettesi gli studenti stranieri.

Abbiamo cercato di dare ai ragazzi più piccoli un’idea di cosa possa significare studiare in Erasmus. Siamo un’associazione studentesca atipica: non ci interessa soltanto offrire facili divertimenti ai ragazzi. Abbiamo rapporti con le istituzioni, a tutti i livelli, dal più basso al vertice massimo rappresentato dall’UE. Per noi è vietato chiudersi in se stessi”.

Molfetta e l’Europa, con la mediazione di Erasmo, potranno correre l’una verso l’altra. Incontrarsi, incrociarsi, esistere più del solito.

venerdì 28 Aprile 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti