Volley

Una vittoria e una sconfitta per la Pharma Volley Giuliani Bari

La Redazione
Ko ad Orsogna e 0-3 a Pescara, il weekend in Abruzzo frutta tre punti
scrivi un commento 65

Fine settimana abruzzese in chiaroscuro per la Pharma Volley Giuliani Bari, reduce da due partite in due giorni tra Orsogna e Pescara.

Sabato, Pvg ha ceduto 3-0 sul campo dell’ottima Virtus Orsogna nella prima partita di ritorno della B2 femminile (girone H) mentre domenica, nel recupero dell’11a giornata, ha superato con lo stesso punteggio la volenterosa Dannunziana Pescara. Tre punti in più per le baresi, guidate dal nuovo tecnico Marcello Sarcinella, che vanno a rimpolpare la propria classifica: 16 punti e ancora ottavo posto per Binetti e compagne, a -4 da Assitec Sant’Elia e a +8 sul terzetto di coda.

Una posizione di classifica non certo soddisfacente per la società di Pierluigi Paturno e per il nuovo allenatore che in settimana avrà tempo per sperimentare soluzioni e correttivi  in vista dei prossimi due match bollenti al PalaCarbonara contro la capolista Libera Virtus Cerignola e contro le cugine dell’Asem Bari.

«Questi due incontri mi sono serviti per conoscere la squadra in partita e vedere le reazioni alle mie prime richieste – ha spiegato coach Sarcinella al termine della due-giorni abruzzese – Pvg ha bisogno di tempo per acquisire convinzione e far propri i meccanismi che proviamo in allenamento. Ad Orsogna, a parte il primo set, ce la siamo giocata, il secondo e terzo set potevamo vincerli noi: qualche ingenuità e disattenzione da parte nostra (nel secondo) e da parte dell’arbitro (nel terzo) hanno fatto la differenza alla fine. A Pescara abbiamo fatto un passo avanti anche se contro una squadra molto giovane e inesperta, ma le ragazze  mettono in pratica quello che chiedo,  non potevo pretendere di più dopo quattro giorni di lavoro. Ora abbiamo una settimana per preparare la partita contro una delle squadre più forti del girone e provare a fare un altro passo in avanti».

Le partite
Virtus Orsogna è scesa in campo con Di Martile al palleggio, Delli Quadri opposto, Dodi e Di Ruscio in banda, Di Gregorio e Taraborrelli al centro, libero Santacroce; Pvg risponde con la diagonale Paternoster-Cariello, laterali Binetti e Montenegro, centrali Cesario e Fiore, Rinaldi libero.

Non c’è partita nel primo set. Da subito, Orsogna guida i giochi, compatta e impenetrabile in difesa. Le attaccanti di casa fanno il resto portando prima al 13-8, poi allungando fino al 18-11. I tanti errori della Pvg e la scarsa incisività non facilitano la rimonta che si ferma sul 25-18. Molto più in partita Binetti e compagne nella seconda frazione che si gioca punto su punto fino al 24-23. Il mano-fuori di Dodi chiude il set sul 25-23. Pharma Giuliani conduce la terza frazione anche con quattro punti di vantaggio (16-20). Alcune decisioni discutibili degli arbitri di gara, tra le quali un cartellino rosso, innervosiscono la partita nel finale, aprendo alla rimonta abruzzese. Ace di Di Ruscio e mano-fuori di Delli Quadri per il primo vantaggio casalingo, 22-20. Due volte Montenegro tiene a galla Pvg (23-23). Tocco a muro non visto su attacco ancora della laterale barese che sancisce il 3-0 (25-23).

A Pescara Pvg scende in campo con la stessa formazione, Dannunziana si affida a Russo al palleggio, Palumbo opposto, Damiani e Di Tizio al centro, in banda Di Tonto e Loiacono, libero D’Orazio, ma scendono in campo anche Ricciuti, Madonna, Sichetti e Angeloni.

Musica diversa nel match di domenica. La squadra di casa è il fanalino di coda del girone H con tre punti frutto dell’unica vittoria contro il Cisterna, ma le atlete, tutte giovanissime e molto promettenti, ce la mettono tutta per rendere difficile il pomeriggio delle baresi. Buon inizio Pvg che si fa però rimontare fino all’11 pari. Cariello, Binetti e Cesario rimettono le cose a posto, riportando avanti Pvg (14-21). Fast di Fiore, miglior giocatrice del match con i suoi 16 punti (e non solo), al pari dell’avversaria Loiacono. L’inesperienza delle pescaresi lascia campo aperto agli attacchi ospiti: 17-23. Fast di Cesario per il 18-25. Dannunziana è più convinta nel secondo set, risponde agli attacchi ospiti senza alcun timore. L’equilibrio si spezza solo a metà parziale (17-17), quando la maggior esperienza delle baresi ha la meglio. Due blockout di Cariello e Binetti e l’ennesimo colpo vincente di Fiore vanificano i tentativi di Loiacono di tenere le compagne in partita: finale 21-25. Terza frazione marchiata Pvg. Rinaldi e socie accelerano conquistando da subito un copioso vantaggio (2-9). Doppio ace di capitan Binetti e pallonetto di Cariello (5-18). Anche Madonna mette a segno due battute vincenti per l’8-19. Cesario dal centro e Cariello in rettilineo allungano a +12 il gap. E’ ancora Sabrina Fiore a chiudere il set con un ace: 11-25.

martedì 31 Gennaio 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti