Attualità

Elezioni Universitarie, il video che fa discutere

Addolorata Del Segale
Emiliano da Facebook grida allo scandalo e chiede le dimissioni, gli studenti rispondono tramite un comunicato
2 commenti 89

Queste elezioni universitarie, il cui spoglio non si è ancora concluso, continuano a far discutere. Adesso ci si mette anche il Sindaco Emiliano che dal suo profilo facebook non le manda a dire alla coalizione NOI, che sta facendo mambassa di voti.

Ecco cosa succede quando i fascistelli neoberlusconiani vincono le elezioni universitarie– scrive il Primo Cittadino- La scena è filmata nel cortile dell'Ateneo sotto gli uffici del Rettorato. Dire che dovrebbero dimettersi è poco. Dovrebbero invece essere espulsi dalla facoltà. Hanno disonorato l'Università di Bari e tutta la città di Bari “.

Il video della discordia ritrae un gruppo di ragazzi di NOI, appunto, alla conclusione delle operazioni di spoglio del Senato Accademico. I toni usati, effettivamente, non sono propriamente concilianti e la ‘strigliata’ del Primo Cittadino potrebbe apparire quella del buon pater familias che si rammarica di fronte a degli scolari un po’ troppo indisciplinati e scurrili.Potrebbe.

Certo, infatti, se il Primo Cittadino ha ragione a ‘invitare’ (anche se non proprio di invito si tratta) a toni più pacati, forse, però, non rimembra che anche lui, col suo comportamento ha disonorato la Città di Bari. Le occasioni più d’una, come dimenticare quella del famoso cesto di pesce che ha portato la nostra Città alla ribalta della cronaca. Una barzelletta nazionale, in pratica. Ma anche altre meno ‘buffonesche’: negli ultimi tempi, infatti, troppo spesso nei Consigli Comunali è mancato il numero legale per colpa della maggioranza; episodi, ormai all’ordine del giorno, che, certamente, non fanno il bene per la nostra Città, anzi, incancreniscono il sistema e creano impasse dal punto di vista operativo (il Consigliere Comunale Giuseppe Loiacono scrive, anche lui sul suo profilo: "Ieri sera il Consiglio Comunale non si è tenuto per mancanza del numero legale. Purtroppo eravamo presenti solo noi del Centro Destra ed abbiamo atteso invano. Oggi alle 17 si ripete, speriamo che i signori del Centro Sinistra non pensino solo alle Primarie e/o alle vacanze natalizie e che, invece, mettano al centro dell'interesse la soluzione dei problemi della Città. E pensare che il Sindaco Emiliano ci accusò di spendere inutilmente soldi pubblici per i Consigli monotematici nei quali si doveva discutere di Sicurezza pubblica e di igiene nella Città. Ma ieri non ci ha pensato?" ).

E anche il Sindaco stesso, in quelle occasioni e in altre, è stato, gentilmente o meno gentilmente, molto spesso invitato dai cittadini a dimettersi eppure, ad oggi, non ha mai accolto la richiesta (lo farà, forse, solo di fronte a una ‘poltrona’ più comoda?). Perché ora dovrebbero farlo questi studenti neo-eletti? Solo perché lo chiede il Cittadino che è il Primo, mentre tutti gli altri, i secondi, i terzi, gli ultimi cittadini, possono continuare, invano, a chiedere le dimissioni del Sindaco?

Difatti, la polemica scatta immediatamente e sotto al commento di Emiliano iniziano a spuntare le tutt’altro che timide risposte:
“Caro sindaco Emiliano faccio parte anche io di questi "fascistelli" e anche io in una associazione studentesca apartitica, volevo solo dire che lei è davvero un ignorante perchè nn si puo assolutamente permettere di rivolgersi in questo modo ad un gruppo di ragazzi che senza nessun guadagno cercano di tutelare i diritti degli studenti…per la cronaca lei ora è su quella sedia a riempirsi le tasche e la pancia anche per colpa del mio voto…pensi ai problemi seri di bari e non cerchi di sviare l attenzione dei cittadini su queste stxxxxxxx” , scrive uno.

Che  "scivolone " Sig. Sindaco, questa sua poca informazione sui fatti, questa sua presa di posizione senza alcuna cognizione di causa è una grande delusione. Forse è vero che gli interessi politici a volte cambiano le persone” , dice un altro.

"Sindaco Emiliano, il suo post è semplicemente penoso! Fascistoide è chi sfrutta la sua popolarità per prendersela con ragazzi poco più che ventenni che festeggiano goliardicamente una vittoria. Fascistoide è chi vuole "occupare il Petruzzelli" o insulta il Presidente uscente della Regione dopo la viftoria di Vendola (se li ricorda i cori in Piazza Prefettura?). Fascistoide è chi non sa perdere. Fascistoide è chi usa le Istituzioni per far fare carriera ai propri parenti (lei chi vota alle Primarie del Pd,suo fratello o un suo assessore??). Caro Sindaco, un Natale senza frutti di mare è sempre un po' più amaro, ma cerchi di stare sereno, e tra le mille cose che ha da fare (aspirare alla Regione,mandare il fratello in Parlamento,presiedere il pd, presiedere la sua Lista, occuparsi delle elezioni universitarie…)cerchi di trovare qualche minuto anche per la sua città…senza impegno..grazie e auguri", un altro ancora.

E ancora: " Sindaco sta dando addosso a ragazzidi 20-25 anni che festeggiano una vittoria elettorale (storica per i numeri), sta dando addosso a 6mila studenti che hanno scelto quella lista, quei rappresentanti che tanto aspramente critica e che hanno lavorato come dei pazzi, ma che vengono da famiglie che potrebbero fare un tutorial a lei e a tutti i rappresentanti della sua giunta attuale, di quella passata e delle belle persone delle quali si circonda in quanto ad educazione ed etica",  e addirittura chi va sul dantesco "Nel campo informazioni (in alto) leggo "cercate di non litigare sulla mia pagina" ma è il primo a fomentare litigi, a scagliarci gli uni verso gli altri… e allora mi chiedo, cosa c'è dietro? cui prodest hoc bellum? Michele Emiliano ti dedico per queste feste il canto 28esimo dell'inferno: nona bolgia dove sono puniti i seminatori di discordia". 

C’è poi chi ritiene, questo, un accanimento da ‘rosicone’: Emiliano, infatti, non si dimentichi far parte di uno schieramento politico ben definito, uno schieramento che all’Università quest’anno ha fatto flop. E così, c’è chi già ci cuce sopra la rima: ‘Emiliano chiacchierone non hai neanche un Senatore’.

Insomma, se gli studenti del video (che nel frattempo hanno risposto al sindaco tramite un comunicato) sono effettivamente incappati in una ‘caduta di stile’, le parole usate da quello che, volenti o nolenti, è il Sindaco di tutti i cittadini baresi, non sembrano le più ricercate, anzi, appaiono più che altro il preludio di una rissa da stadio. Beh sì, perché se quel gruppo di ragazzi ha esagerato, un Primo Cittadino che da del ‘fascistello berlusconiano’  ci sembra che cada di stile anche lui. Di nuovo.

venerdì 28 Dicembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
eliana  c
eliana c
9 anni fa

Sono una studentessa di Taranto iscritta alla specialistica di Bari presso la facoltà di Economia, dopo aver qui ottenuto il diploma di laurea triennale. Pago le tasse, ho dato il mio voto a chi oggi insulta la mia città. Se avevate da ridire qualcosa circa il comportamento di alcuni colleghi tarantini mi sembra più giusto prendersela direttamente con loro che con tutti i tarantini. Il minimo che mi aspetto sono delle scuse pubbliche, per chi ha dato loro sostegno, e che oggi in cambio riceve gravi offese NON MENZIONATE nel pezzo. Credo sia importante il dovere di cronaca e quindi mi chiedo perchè le considerazioni del sindaco siano state tagliate nella parte su menzionata?? basta con questa politica..Grazie!

Francesco Musto
Francesco Musto
9 anni fa

Peccato che 4 anni fa nessuno degli attuali vincitori ha filmato i vari video con “Uomo Nero Vaffaxxx” o “Uomo Nero prendilo nel xxx”. Purtroppo per lui, ma meglio per il popolo barese, il sindaco ha visto in questa elezioni universitarie una proiezione delle prossime politiche. Il sindaco accusa i ragazzi di questi cori, e non elogia per nulla il duro lavoro fatto in questi anni da tutti quei ragazzi. Se la sinistra universitaria, la sinistra di Emiliano, in questi anni ha solo manifestato contro la Gelmini, ha solo parlato contro Berlusconi e non ha lavorato per gli studenti il risultato è questo. Bari sta cambiano, a Bari sta nascendo una nuova classe di politici e giovani che vogliono il meglio di Bari, ed Emiliano grazie a Dio è fuori da questa classe