Basket

Liomatic Group Cus Bari, vicecoach Valenzano: “rimaniamo concentrati sul gioco”

la Redazione
Domenica la squadra affronterà il Chieti al PalaFlorio
scrivi un commento 18

La Liomatic Group Cus Bari riparte per l'ultima gara al PalaFlorio del 2012. Avversario di turno: il temibile Chieti. Domenica 23 dicembre, i baresi proveranno a chiudere nel migliore dei modi davanti ai propri tifosi, allontanando i veleni dell'ultima settimana che hanno avuto nella squalifica di coach Putignano (per i ben noti episodi post-Casalpusterlengo) il prologo e nella debacle di Recanati l'epilogo (90-62 il finale). L'inizio di una nuova settimana di lavoro, dunque, è anche il momento per archiviare quanto accaduto la domenica precedente. Abbiamo analizzato il match con il vice-coach Roberto Valenzano.

"Abbiamo giocato bene i primi due quarti, eseguito a dovere il piano partita e, senza qualche sbavatura di troppo, saremmo potuti andare al riposo anche in vantaggio – queste le prime parole sulla gara che, all'intervallo, vedeva le due squadre in sostanziale equilibrio (18-18 dopo 10', 33-29 al 20') -. Poi nel terzo quarto, abbiamo subito in difesa, siamo andati sotto e ci hanno puniti. Abbiamo abboccato alle loro provocazioni, sapevo ci sarebbero state e questo ci ha fatto perdere un po' la bussola. Anzichè concentrarci sul gioco, abbiamo pensato a parlare con gli arbitri o a rispondere alle provocazioni e questo si è tradotto in 7 tra falli tecnici e antisportivi che, oltre ai tiri liberi realizzati dai nostri avversari, ha portato anche a extra-possessi che alla fine hanno pesato e pure parecchio. L'episodio di Putignano e quelli di Recanati sono distinti, ma devo pensare che le precedenti squalifiche subite anche da altri nostri tesserati abbiano un po' acuito l'attenzione degli arbitri nei nostri confronti. Siamo sotto i riflettori e la conferma l'ho avuta in occasione del primo tecnico comminato a Barozzi: gli era stato fischiato fallo su tiro da tre e timidamente aveva provato a giustificarsi, ma la coppia arbitrale non ha avuto esitazione. Quell'azione ci è costata un 7-0 di parziale a cronometro praticamente fermo e ha dato il là allo strappo. Con questo, non voglio giustificare atteggiamenti sbagliati, anzi, dobbiamo imparare tutti a rimanere tranquilli e pensare solo al gioco. Non possiamo perderci in altre situazioni che nuocciono solo al nostro prosieguo sportivo".

martedì 18 Dicembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti