Basket

Liomatic Group Cus Bari: disfatta nelle Marche. Recanati domina il secondo tempo

La Redazione
I baresi registrano un passivo di -28 punti
scrivi un commento 15

Le Marche non portano bene ai cussini. Trasferta amarissima per la Liomatic Group Cus Bari. A Recanati il risultato finale è 90-62 per i padroni di casa, con un passivo di -28 che rappresenta uno dei margini negativi più alti subiti dalla squadra cussina in questi due anni. Match dai due volti: primo tempo equilibrato con un testa a testa nel punteggio che ha annullato le differenze sul parquet tra i due team; secondo tempo caratterizzato da un totale dominio gialloblu che sin dai primi minuti del terzo quarto sono stati padroni del match, raggiungendo anche un massimo vantaggio di 30 lunghezze.

Un nuovo colpo a vuoto lontano dal parquet del PalaFlorio che stride con l’impegno e la determinazione soprattutto in fase difensiva che contraddistingue questa squadra e che costringerà i baresi ad un'analisi approfondita.

La cronaca –  I baresi scendono all’inizio,sul parquet con il quintetto base: Bonfiglio a giostrare i possessi, capitan Ruggiero nel ruolo di guardia, Cardillo e Bonessio sugli esterni e Bisconti da '5'. Il collega Coen risponde con Gnaccarini, Cantagalli, Pierini, Benedusi e Tagliabue. L'avvio è subito di marca cussina, che nel giro di pochi minuti piazza un parziale di 2-6 a firma del trio Bonessio,Bonfiglio e Ruggiero. Pierini rompe il ghiaccio per i marchigiani e nel giro di poche lancette d’orologio, con la collaborazione di Pierangeli e Benedusi porta i suoi sul 13-9.Sembrano classiche schermaglie da inizio match e, invece, Recanati spinge subito sull'acceleratore. Al 6' è 16-9, in virtù di una tripla del neo entrato Tessitore.

Tocca a Laquintana interrompere l'impasse dei baresi, con due tiri liberi. Recanati gestisce al meglio la fase offensiva, ma accumula troppi falli e al 8' Bisconti e Bonessio fanno entrambi 1/2 dalla lunetta e il punteggio diventa 16-13. Con uno scatto finale di Bonfiglio e Ruggiero il primo quarto si chiude sul 18-18. All’inizio del secondo quarto Recanati tenta subito l’allungo con Gnaccarini e Tessitore portandosi avanti di quattro lunghezze (24-20 al 13’). Il Cus a questo punto, ci riprova con Bisconti, che accorcia al -2. L’ingresso in campo di Maganza scuote i gialloblu. L’ex triestino con cinque punti consecutivi riporta i locali in vantaggio di 7 punti. La Liomatic non ci sta e con due triple dei lunghi Barozzi e Bisconti si riavvicina nel punteggio 31-28. Con un nuovo canestro da sotto di Maganza si chiude il primo tempo 33-29.

A questo punto cambia il match. Dall’inizio del secondo tempo, tutto gira al meglio per Recanati che rientra sul parquet con il giusto piglio, mentre il Cus sembra essere rimasto negli spogliatoi. I marchigiani infatti, tornano a macinare gioco e complici alcune scelte affrettate degli avversari, raggiungono nel giro di pochi minuti un vantaggio di 9 punti (40-31 al 23’). I cussini tentano di replicare con Cardillo, ma la reazione e la forza imponente dei padroni di casa è impetuosa. Tagliabue, Pierini e Benedusi calano un controbreak che produce il primo massimo vantaggio sul +15 (58-33). Un parziale fermato solo illusoriamente da due punti Bonessio che fa da prologo al 63-39 del 30'.

Mai prima d'ora Bari si era trovato a fare i conti con un passivo del genere. Parziale che Ruggiero e Bonessio provano a ricucire(66-49) ma inutilmente perchè Tagliabue (16 punti) grazie a un tecnico fischiato ai baresi rispedisce ogni tentativo al mittente, chiudendo di fatto i giochi al 35’ con quattro tiri liberi messi a segno (74-53). La tripla di Tessitore serve solo a Recanati ad ottenere il massimo vantaggio sul +24, che si incrementerà alla fine del match con un +28 finale che non lascia spazio a commenti.

lunedì 17 Dicembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti