Attualità

Si apre il XXXI Convegno Nazionale Forense. Molti applausi e qualche fischio

Nicola Andrisani
Il Presidente dell'ordine barese Virgintino: "Ridare dignità alla nostra professione a tutela dei cittadini"
scrivi un commento 18

E' l'ora di un New Deal dell'avvocatura italiana. Bisogna riqualificare la nostra professione per lavorare con serenità e dignità a tutela dei cittadini, della giurisdizione e della libertà”. Si è aperto con l'intervento di Emmanuele Virgintino, presidente dell'Ordine degli Avvocati di Bari, il XXXI Congresso Nazionale Forense, in programma da oggi a sabato nel teatro Petruzzelli.

Il meeting cade in un momento storico importante, tra le riforme del sistema giudiziario e processuale, oltre ai tentativi di liberalizzazioni della professione non accettati. Più di duemila delegati sono giunti nel capoluogo pugliese per esaminare e discutere le proposte di una riorganizzazione ancora in via di approvazione definitiva in Parlamento, dopo un cammino tormentato giunto alla terza lettura in Senato.

Una professione stretta tra le necessità di rendere la macchina giudiziaria più efficiente, le pressioni dell'Europa che percepisce la situazione italiana come anomala, vista la presenza, nel nostro Paese, di oltre 247mila professionisti, molti dei quali precari. Una vera e propria enormità se abbinata ai tempi biblici della giustizia italiana. Nell'aprire il Congresso, il presidente nazionale del Consiglio Forense, Guido Alpa, ha sottolineato come “l'avvocatura sia un presidio di democrazia solidale nonostante la crisi economica, offrendo un enorme servizio al Paese, contribuendo alla organizzazione e alla amministrazione della giustizia. Dal Congresso di Bari chiederemo l'approvazione della riforma forense. Attendiamo un riconoscimento concreto. La giustizia non può essere affidata a rottamatori, populismo e demagogia. Le introduzioni di filtri non possono risolvere le situazioni incancrenita. Neppure una riduzione di un grado di giudizio, o dell'inserimento di stagisti, tirocinanti o la riduzione dei presidi giudiziari”.

A portare il saluto dei baresi e dell'amministrazione cittadina, il sindaco Michele Emiliano: “Negli ultimi 40 anni – ha affermato ricordando il suo passato in Magistratura – il sistema giudiziario ha affrontato di tutto, dal boom alla crisi, alla lotta al terrorismo e alle mafie. Sono convinto che da questi problemi non si esce da soli. Spero solo che il nuovismo non prevalga sul ragionamento. Avevamo tentato di instaurare un rapporto complessivo tra tutti gli attori regionali per costruire una giustizia più efficiente. Ribadisco la volontà del Comune di ricominciare il cammino”.

Sulla stessa linea anche il procuratore di Bari, Antonio Laudati: “Negli ultimi 20 anni la giustizia è diventata un terreno di scontro tra categorie e interessi sociali. Abbiamo assistito inermi al declino del processo penale. Osserviamo indagini che sono fatte come reportages giornalistici. Si pensa sempre più che la conoscenza di un fatto corrisponda alla sua prova. La condizione dell'indagato è diventata più pericolosa del condannato”.

Laudati parla anche dei cronici problemi di gestione del distretto giudiziario del capoluogo: “C'è una complessiva carenza strutturale di mezzi e la Procura di Bari ne è un esempio. Ha sequestrato 2 miliardi di beni alla malavita e da questa cifra non ha avuto un euro di finanziamenti”.

Atmosfera attenta e molti applausi dei delegati provenienti da tutta Italia i quali, invece, hanno fischiato l'intervento del vicepresidente della Camera (e collega) Antonio Leone, criticato per rappresentare una classe politica incapace di muovere un dito contro una liberalizzazione della professione, dagli avvocati percepita come svilente e dannosa. Un convegno in crescendo tra seminari, conferenze e relazioni che vivrà il suo clou sabato, giornata di chiusura, con la partecipazione (quasi certa, mancano le conferme ufficiali) del presidente del Senato Schifani, del ministro della Giustizia Severino e del governatore pugliese Vendola.

giovedì 22 Novembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti