Attualità

Università, elezioni alle porte

Marila
Rinnovi nella struttura organizzativa e nelle rappresentanze studentesche
scrivi un commento 15

Per il prossimo mese sono previste le elezioni universitarie che rinnoveranno le rappresentanze studentesche sia a livello centrale che periferico.

C'è fermento nei corridoi dell'ateneo barese tra vecchie e nuove liste su chi siederà intorno al tavolo delle trattative e potrà rivoluzionare il mondo accademico. E' atteso per oggi pomeriggio, il bando che scioglierà ogni nodo sulle modalità con cui i futuri rappresentanti degli studenti verranno eletti alla luce delle novità introdotte dalla Riforma Gelmini (L. 240/10 del 30/12/2010).

Inutile, quindi, ad oggi fare ipotesi su eventuali coalizioni con cui le liste si presenteranno agli organi centrali. Più interessante è, invece, capire il peso che ciascuna associazione ricopre all'interno delle singole realtà universitarie. Per far questo, occorre fare un passo indietro, nel lontano 2008 quando l'associazione Studenti Indipendenti, in coalizione con M.U.R.O. si è aggiudicata il primato negli organi centrali, seguita da Azione Universitaria, in coalizione con Unidea, Taranto Universitaria e Studenti per l'Università; terza la lista UDU, oggi confluita in Link.

Lo scenario di quattro anni fa, però, potrebbe risultare cambiato per diverse ragioni. Prima fra tutte ad incidere è sicuramente il cambio d'assetto organizzativo che l'Università degli Studi di Bari sta subendo in questi mesi. A seguire la possibilità di nascita di nuove realtà concorrenti alle storiche che dovranno, per forza di cose, scegliere quale coalizione sia meglio per un eventuale sopravvivenza e, infine, e non per questo meno importante è la riduzione del numero di rappresentanti in seno agli organi centrali che per il cda passa da 6 a 2 e per il senato da 6 a 5.

mercoledì 21 Novembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti