Basket

Liomatic Group Cus Bari, l’impresa riesce a metà

la Redazione
Grande rimonta ma Omegna s'impone al fotofinish e finisce 66-61
scrivi un commento 5

La Liomatic Group Cus Bari fa tremare i polsi della corazzata Paffoni Omegna, ma dopo un'incredibile partita, in equilibrio sino a meno di un minuto dalla fine, è costretta a capitolare subendo la quarta sconfitta stagionale. In Piemonte finisce 66-61, ma ancora una volta i baresi sono protagonisti di una grande rimonta negli ultimi minuti di gioco: da -7 a 61-61, prima che la tripla di Villani spegnesse i sogni di un possibile colpo esterno. La cronaca.

Coach Putignano si affida in apertura a Bonfiglio in cabina di regia, Ruggiero e Bonessio sugli esterni, Barozzi e Bisconti sotto le plance; il collega Di Lorenzo replica con i piccoli Mariani e Tourè in cabina di regia, Saccaggi da esterno, Farioli e Paci vicino a canestro. Il primo quarto è all'insegna del grande equilibrio. Parte forte Bari con il 4-0 griffato Bisconti, ma Omegna risponde a tono con due triple consecutive di Mariani e Toure per il contro-break che fa segnare il 6-4 del 5', che diventa 9-6 un minuto dopo, grazie alla buona presenza dei piemontesi sotto il canestro offensivo, utile alla conquista di secondi e terzi tiri. I cussini, però, restituiscono la pariglia nella metà campo offensiva e ancora con Bisconti (9 punti nel quarto) e Barozzi rimettono la testa avanti (9-10), confermata dalla tripla di Ruggiero per il 12-13 dell'8', che diventa 14-15 in chiusura di prima frazione. Il copione non cambia di una virgola alla ripresa. I padroni di casa infilano un 4-0 con Saccaggi e Paci, subito restituito da Ruggiero e Bonessio. Tocca a Picazio riportare in vantaggio i suoi (20-19), prima del nuovo 0-4 griffato Cardillo e Barozzi per il 20-23 del 14'. Si va avanti adagio, ma i baresi tengono la testa con i liberi di Bonessio e ancora Cardillo per il 22-26 del 16'. In due minuti, però, Jovancic, Farioli ai liberi e Villani infilano un break di 5-0 che costringe coach Putignano al time out (27-26 al 18'). Il ritorno in campo è ancora favorevole ai piemontesi che allungano con la tripla di Jovancic, rintuzzata ancora una volta da Bisconti. Il secondo quarto si chiude così sul 30-28 per Omegna. Al rientro dagli spogliatoi, il copione si ripete con l'uno-due Barozzi-Bonessio che riporta il Cus in vantaggio.

Omegna non demorde e grazie alle triple di Saccaggi e Masciadri e l'1/2 dalla lunetta di Picazio infila un 7-0 che solo Bisconti riesce a interrompere al 24' (37-34). A questo punto il gioco si spezzetta e si moltiplicano i liberi ambo le parti. Barozzi fa 2/2, subito imitato dal 4/4 piemontese firmato Mariani e Farioli per il 43-36 del 27', massimo vantaggio del match. Omegna sente che i tempi sono maturi per un ulteriore allungo e con Tourè e Saccaggi trova buone conclusioni dalla distanza, a cui risponde il solo Bonessio con due canestri in fila. Alla terza sirena il punteggio è di 49-42 Omegna. Nell'ultima frazione, dopo il botta e risposta Saccaggi-Cardillo, Bonfiglio infila 4 punti consecutivi e riavvicina il Bari a -3, ma ancora Saccaggi e Tourè ristabiliscono le sette lunghezze di vantaggio al 34' (55-48). Coach Putignano chiama time out e il Cus da segnali di reazione, riavvicinandosi sul 59-54 a tre minuti dal termine. Il solito Tourè frustra ogni tentativo di rimonta, ma Bari non demorde e con Ruggiero da tre e un 4/4 ai liberi di Bisconti e Bonessio impatta a quota 61 a meno di un minuto dal termine.

L'urlo di gioia cussino, però, viene strozzato da Villani che, affrettando le operazioni, trova subito il bersaglio grosso. Sul 64-61 coach Putignano chiede ancora time out e sulla rimessa da metà campo conseguente, il tiro di Ruggiero si spegne sul ferro. Bari ferma il tempo con un fallo su Farioli che con un 2/2 dalla lunetta manda i titoli di coda.

domenica 18 Novembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti