Calcio

Serie B: Bari a picco, biancorossi spreconi e la Reggina non perdona

Orazio Rotunno
Comi stende i galletti, Torrente recrimina per le tante occasioni buttate
scrivi un commento 25

Pronti via ed il Bari è subito vicinissimo al vantaggio. Al primo minuto Fedato punta Melara dal limite dell'area, pesca in area Caputo libero di calciare, ma il capitano del Bari svirgola malamente e sciupa una clamorosa occasione.

Il Bari gioca bene, Sciaudone serve Caputo che questa volta colpisce bene il pallone ma Baiocco si salva seppur in modo casuale con un bagher pallavolistico.

Ma alla mezzora il Bari rischia di gettare al vento l'ottimo inizio di partita con un errore di Polenta il quale si lascia soffiare il pallone da Sarno, palla in mezzo per Comi ma è straordinario nell'occasione Dos Santos con un intervento prodigioso.

Ma è un caso isolato nel monologo biancorosso: è il 35', contropiede dei galletti portato avanti da una perfetta triangolazione Fedato-Caputo, a tu per tu con Baiocco questa volta il capitano piazza bene ma palla di poco al lato. Passano pochi minuti ed il Bari è di nuovo solo davanti al portiere, gran verticalizzazione di Fedato per Caputo ma questa volta è ottimo il tempo di uscita del portiere amaranto.

Torna ad essere pericolosa la Reggina ma è ancora il Bari a regalarne l'opportunità: perde palla Romizi, ne approfitta Romizi che si libera per la conclusione e fa partire un tiro a giro in cui Lamanna si supera e respinge in angolo.

Termina qui il primo tempo, gioca bene il Bari ma Reggina pronta ad approfittare delle amnesie biancorosse.

Parte il secondo tempo, ed è subito Bari: Fedato da posizione defilata fa aprtire un destro a giro insidioso che termina poco lontana dal sette. Iniziano ad essere tante le occasioni per i galletti, che però faticano a concretizzare.

Al decimo minuto della ripresa è ancora Bari: per la precisione Borghese, cross di Ristovski per il centrale biancorosse che conclude però centralmente da buona posizione. E'monologo del Bari, Reggina in grande difficoltà.

Scocca l'ora di gioco, Caputo serve Romizi che di esterno destro impegna Baiocco il quale respinge in angolo. Ma è la Reggina a sfiorare l'inaspettato vantaggio: calcio piazzato di
Ceravolo, svetta con ottimo tempismo Rodrigo Ely ma non inquadra la porta da ottima mattonella.

Cambia l'inerzia della gara improvvisamente, ed anche il risultato dal match: 72', Sarno pesca Ceravolo che trova un gran tiro ma anche una risposta miracolosa di Lamanna, ma si avventa Comi sulla corta respinta ed insacca a porta vuota. Reggina incredibilmente in vantaggio al San Nicola.

La reazione del Bari è confusa e nervosa: occasionissima creata da Fedato che serve in area Grandolfo, ma l'attaccante non arriva sul pallone. Finisce qui, il Bari viene punito da una delle poche occasioni in cui la Reggina si rende pericolosa. Adesso la classifica si fa dura, nonostante l'ennesima buona prestazione.

BARI-REGGINA 0-1

BARI (3-4-3): Lamanna; Altobello, Dos Santos, Polenta; Ristovski, Romizi (73′
Grandolfo), Filkor, Sciaudone; Galano, Caputo, Fedato. A disposizione: Pena,
Ghezzal, Gonzalez, Aprile, Defendi, Altobello. All.: Torrente.

REGGINA (3-4-1-2): Baiocco; Lucioni, Ely, Bergamelli; Melara, Armellino,
Hetemaj (74′ Castiglia), Di Bari; Sarno; Comi, Ceravolo (81′ Fischnaller). A
disposizione: Facchin, Freddi, Viola, D’Alessandro, Bombagi. All.: Dionigi.

Arbitro: Ostinelli di Como.
Rete: 71′ Comi.
Ammoniti: Armellino (R), Hetemaj (R), Filkor (B), Comi (R), Borghese (B), Melara (R), Ristovski (B), Fischnaller (R).
Espulsi: nessuno.
Note: Recupero: 2′+5′.

lunedì 12 Novembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti