Basket

Liomatic Group Cus Bari, l’impresa non riesce contro la corazzata Torino: ko 68-80

Mirko Cafaro
Seconda sconfitta di seguito
scrivi un commento 5

La Liomatic Group Cus Bari incappa nella seconda sconfitta di fila contro la corazzata ZeroUno Torino. Al PalaFlorio finisce 68-80 per gli ospiti, capaci di condurre la gara dagli ultimi minuti del secondo quarto sino alla conclusione mantenendo sempre margini di sicurezza, utili a impedire ogni tentativo di rimonta cussino. Eppure l'inizio dei baresi aveva fatto balenare nelle teste dei tifosi il sogno dell'ennesima impresa. Pensiero stupendo infranto sotto i colpi di Tommasini, Sandri e Wojciechowski. La cronaca.
Coach Giovanni Putignano, in apertura, si affida a Bonfiglio, Ruggiero, Cardillo, Bonessio e Bisconti; il collega Pillastrini replica con Tommasini, Gergati, Evangelisti, Conti, Wojcechowski. L'avvio è di sostanziale equilibrio. Tommasini due volte, Sandri e Gergati griffano il primo allungo torinese sull'8-3, ma Bari risponde a tono con Bonfiglio dalla lunga distanza. Le due squadre procedono a elastico. Gergati ed Evangelisti riallungano per Torino, Ruggiero e Bisconti riducono le distanze (10-11). Tocca a Tommasini rimettere due possessi pieni di distacco con due triple di fila (12-17), ma i cussini tengono botta e con un super Bisconti (10 punti nel primo quarto), ben coadiuvato da Ruggiero e Bonfiglio calano un break di 10-2 che manda le squadre all'intervallo sul punteggio di 22-19 per i padroni di casa. Alla ripresa, coach Pillastrini rimanda in campo Wojciechowski, reduce da un solo minuto d'impiego nel primo quarto. L'italo-polacco, scuola Treviso, fa subito sentire i suoi 212 centimetri, griffando 4 punti, ai quali però replicano con sicurezza Bisconti e Ruggiero (28-23), costringendo la panchina torinese a chiedere il time out. Al rientro Laquintana griffa il massimo vantaggio cussino (30-23), ma Sandri risponde per le rime con un contro-break di 5-0. Tocca ancora a Ruggiero togliere un po' di castagne dal fuoco per Bari (32-28), ma Baldi Rossi, Wojciechowski due volte e Parente innestano le marce alte per il 32-37 del 19'. Coach Putignano è così costretto a spendere una sospensione. La pausa giova ai baresi che interrompono il digiuno grazie a Bonessio, ma il secondo quarto si chiude ugualmente sul -6 (34-40), in virtù del canestro finale di Tommasini (12 punti in 10 minuti d'impiego). Esaurito l'intervallo lungo, l'inerzia favorevole agli ospiti prosegue. Evangelisti buca subito da tre, Gergati lo imita da due. Sul 34-45, massimo vantaggio torinese, la partita sembra cristallizzarsi. Bisogna attendere almeno tre minuti per il primo canestro cussino con Ruggiero, seguito a stretto giro da Bonessio e Cardillo. Al 26' è 41-45 Torino. Pillastrini è costretto al time out. L'interruzione è salvivifica per i piemontesi che calano subito il controbreak con Gergati, Evangelisti e Tommasini. Tutto da rifare per il Cus nuovamente sotto di 11 lunghezze (41-52), che diventano 14 con il canestro in chiusura del solito Tommasini (43-57). Nell'ultima frazione, Sandri incrementa subito il vantaggio, ma Bonfiglio colpisce dalla lunga distanza e 4 punti in fila di Ruggiero producono il 50-60 del 33'. Torino non arretra di un passo e con Wojechowski, Baldi Rossi, Tommasini e ancora Sandri raggiunge il +17 nel giro di due minuti (52-69). Tocca ancora a Ruggiero provare a tenere su i suoi con cinque punti in fila (57-69), ma ogni tentativo è vanificato dai precisi cecchini torinesi che impediscono, di fatto, ogni tentativo di rimonta sino al 68-80 conclusivo.

lunedì 29 Ottobre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti