Cultura

Ottima la riuscita del dibattito sull’evasione fiscale alla Lum

La Redazione
Tante le autorevoli presenze
scrivi un commento 105

Si  è concluso con il consenso di oltre duecento persone in platea il convegno tenuto ieri pomeriggio all’Università “Lum Jean Monnet” di Trani e che ha visto il dibattito sull’evasione fiscale affrontato in maniera puntuale e coinvolgente.

Il seminario dal titolo Nuovi strumenti nella lotta di contrasto ai reati tributari e tutela del contribuente, organizzato dall’'Associazione Culturale “Gens Nova” di Bari, con la collaborazione dell’ANFI, Associazione Avvocati di Barletta, Associazione Dottori Commercialisti di Trani e l’Anvu, si è proposto come  tavola rotonda  tra relatori esperti in materia.  “Lo scopo del convegno – ha precisato  Francesca Romana Rizzi, moderatrice dell’evento –  è stato quello di mettere in luce gli aspetti critici della riforma penal-tributaria del 2011, che rischia di criminalizzare anche comportamenti privi di fraudolenza”. Una riforma che, come ha sottolineato l’avv. Antonio Maria La Scala, docente di Diritto Penale Commerciale presso la “Lum” – “ha da un lato inasprito il trattamento sanzionatorio per i reati tributari e dall’altro ridotto benefici di legge agli autori del reato. Ciò potrebbe comportare disparità di trattamento con altrettanti reati di pari gravità”.

Ampio il confronto che ha colto, tra le altre, le riflessioni del Sostituto Procuratore Luigi Scimè,  in merito al rapporto tra processo penale e  procedimento tributario, “due binari paralleli che allo stesso tempo, devono necessariamente avere un legame fortissimo” tenendo conto delle loro possibili  e reciproche influenze.

Anche Antonio Felice Uricchio, Ordinario di diritto tributario dell’Università di Bari, ha sottoposto all’attenzione dei presenti un tema che sollecita riflessioni di carattere teorico e applicativo alla luce delle recenti modifiche relative a “quali sono i fatti costituente reato per applicare l’ indeducibilità dei costi da reato”, mentre Carmelo Salamone, Capitano Gruppo GdF BT con dati alla mano ha esposto l’evolversi delle indagini finanziarie dopo la manovra Monti.

Positivi i commenti del Rettore dell’Università “LUM Jean Monnet” Emanuele Degennaro, dell’avv. Carlo Barracchia, Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Trani, e del Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Trani Antonio Soldani, che hanno sostenuto l’iniziativa.

É stato un incontro dove il contraddittorio tra i relatori ha entusiasmato il pubblico ed evidenziato punti di vista differenti su medesimi aspetti – ha dichiarato La Scala, presidente dell’Associazione Culturale “Gens Nova” – Ormai è chiaro che la lotta all’evasione debba avere la priorità  e su questo tutti siamo d’accordo”.

sabato 6 Ottobre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti