Attualità

Aumento Tarsu, tutti contro Emiliano

lama
Maggiorata quasi del 30%, ma i cittadini lamentano la pulizia della città
4 commenti 109

E’ in arrivo in questi giorni l’ennesima stangata per le tasche dei contribuenti: è la Tarsu, Tassa sui Rifiuti Solidi Urbani, aumentata del 30% come deciso durante uno degli ultimi consigli comunali per risanare le casse comunali.
Una tassa giusta e che viene pagata nella maggior parte dei paesi civili, soprattutto è necessaria per finanziare tutti quei servizi e quelle aziende che permettono ai cittadini di vivere in un ambiente salubre, civile e pulito.

In realtà questo non è il caso di Bari ove  i cittadini sono costretti a pagare per disservizi e delle strade sporche dove blatte, i ratti, zanzare e pidocchi regnano sovrani e i cittadini e i comitati di quartiere sono stanchi, per questo motivo il Circolo ACLI – Dalfino ed il Comitato di Quartiere, stanno organizzando una manifestazione di protesta contro questo aumento e stanno raccogliendo in base allo Statuto Comunale “una raccolta firme contro questo vergognoso aumento e che lo stesso scenda dal 30%  al 10% e che il Comune diminuisca i costi della politica e gli sprechi e che non siano sempre i cittadini a pagare”.

Singole persone, invece, si scatenano in queste ore contro il primo cittadino utilizzando la sua amata bacheca di facebook che, inutile dire, gli si sta rivolgendo contro.

Così Nerium scrive: "Bari è una città molto sporca, non solo ricca di blatte, topi e quant'altro, ma sporca nel profondo. Basta guardare le strade, anche in centro: cartacce, buste di plastica, cani che lasciano dovunque le loro feci, ma soprattutto baresi sporchi e incivili, preoccupati di vestire griffato ma pronti a gettare per terra qualunque cosa, dalle cicche alle gomme da masticare, tanto il suolo pubblico non è casa loro, in casa si può leccare negli angoli, il parquet scintilla dovunque, Fuori è terra di nessuno. Non temo smentite.
Allora la TARSU? è giusto che sia tanto aumentata in una città come questa? dove l'Amiu lavora con grande superficialità e dove, soprattutto, la pulizia non è il primo pensiero di chiunque ci amministri e ci abbia amministrato in passato? gli sporchi baresi mugugnano e forse hanno ragione a farlo: siamo tutti responsabili dello stato di questa città presuntuosa e volgare, gli abitanti tutti per primi. Viviamo, quasi godendone, nella sporcizia (Napoli ci fa un baffo, noi siamo avanti!). Quindi niente Tarsu per noi. Non dovremmo proprio pagarla. Che ne dite?”.
E giù i commenti che appoggiano Nerium portando esempi e criticando il lavoro dell’Azienda Municipalizzata i cui numeri tra l’altro non sono operativi, come sottolinea un altro utente: “Sig. Sindaco mi è arrivata la Tarsu da pagare, ho provato a chiamare i numeri riportati sulla lettera ma non risponde nessuno! Pretendete che si paghino le tasse e offrite un servizio scadente?!?”.

Per non parlare di chi critica il metodo di misurazione della Tassa: sui metri quadrati dell’abitazione invece che sul consumo (come succede in alcuni Paesi) e/o sul numero di persone che costituiscono il nucleo familiare: “a uno passa la voglia di andare a vivere da solo, rimarrà bamboccione in eterno!”

Pare  che l’opinione sulla sporcizia e sul disinteresse dell’amministrazione sia condivisa dai più (evitiamo di riportare tutti i commenti), anche perché più volte abbiamo documentato questa incuria: Palese, Libertà, Japigia.

E allora, forse, sarebbe stato più pacifico trovare altrove i fondi per risanare il bilancio comunale.

venerdì 31 Agosto 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
4 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
gaetano selvaggio
gaetano selvaggio
9 anni fa

Questa mattina all’ufficio tributi alle ore 09.22 ho preso il numero 162 ed erano state servite 11 persone. Bisogna pubblicizzare maggiormente la possibilità di risolvere i problemi via posta elettronica certificata, fax o posta.

Enzo Lauta
Enzo Lauta
9 anni fa

… si sarà abituato visto che lui ha casa a Rosamarina e quest’anno lo stesso scenario è lo stesso!!!

Roberto Gabrieli
Roberto Gabrieli
9 anni fa

LA DOMANDA NASCE SPONTANEA……. MA IL SINDACO NON SI E’ SEMPRE VANTATO DI AVERE I CONTI IN ORDINE……. E ALLORA??? AMIU A BARI NON ESISTE O MEGLIO ESISTE SOLO DOVE GLI PARE A LEI. IL RESTO DELLA CITTA’ E’ MELMA. UNA SOLA PAROLA……… VERGOGNA!!!

maria rutigliano
maria rutigliano
9 anni fa

Il Sindaco dovrebbe prima far pulire le strade e poi chiedere le tasse ai cittadini, a cosa servono i nostri soldi se la città è stra-lurida?