Attualità

Bari vecchia, “Sono disabile, i politici promettono e non mantengono”

La Redazione
"Abbaticchio, Ferorelli, Pellecchia, Miacola, tutti si fecero avanti ma si sono rimangiati tutto"
scrivi un commento 86

L’attuale situazione economica nazionale e locale, sta penalizzando i poveri cittadini che vivono una situazione di disagio e di disabilità sociale di estrema difficoltà. Nella nostra città ci sono casi disperati di disabili, che non ricevono l’aiuto e l’assistenza necessaria per poter andare avanti. Nella Città Vecchia ci sono molti casi come quello della Signora Luisa Patruno di 38 anni affetta da sclerosi multipla che siede da molti anni su una sedia a rotella. La signora lancia ancora una volta un segnale d’allarme, perché la sua situazione così come tanti altri casi presenti nella nostra città è drammatica. Di seguito riportiamo il suo accorato appello d’aiuto. Segue lettera da Lei scritta.

La  Redazione  Web ha deciso di non pubblicare nomi e cognomi indicati espressamente nella missiva.

" Io Luisa Patruno di anni 38 sposata con Giuseppe Del Carmelo di anni 44 e con una figlia,  Elisabetta di anni 20 che presto diventerà mamma, chiedo aiuto per avere più assistenza perché sono affetta da sclerosi multipla e seduta sulla sedia a rotelle. Chiedo un lavoro part time per mio marito. Mi dicono sempre che i fondi non ci sono ma noi invalidi e chi ci assiste con 700 Euro mensili, come potremmo farcela?
Ringrazio nuovamente la persona anonima che al mese mi dà un contributo, ma io vorrei vivere con la mia famiglia dignitosamente.

Uno degli Assessore aiuta molti extra comunitari, mentre a noi invalidi riferisce sempre che i fondi non ci sono, dell’assegno di cura di cui la domanda è stata fatta ben 3 anni fa non si sa ancora niente, mentre 4 anni fa fu dato a “cani e porci” mentre io non fui considerata a dovere. Spero di cuore che non succedano più di questi imprevisti e che tutto si possa risolvere nel più breve tempo possibile altrimenti non sappiamo che fine faremo, perché siamo brutti ed ostinati e siamo stanchi di essere presi per fessi!
Sono stati presi tanti falsi invalidi e, a noi veri invalidi non ci aumentano la pensione. Io faccio cateterismo intermittente 6 – 7 volte al giorno. Mi devono imboccare e mi devono lavare..

Che qualcuno dei politici si metta la mano sulla coscienza. Ho avuto contatti con ben due addette degli Uffici Comunali di Bari le quali mi hanno promesso l’assistenza dalle h. 8,00 del mattino alle h. 20,00 ed un lavoro part time a mio marito e non hanno dato niente. Anche il noto presidente di una Circoscrizione aveva promesso tanto, ma anche lui, sino ad oggi, si è rimangiato tutto.

CHE  FACCIAMO?……………………….

giovedì 23 Agosto 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti