Attualità

Comune di Bari, assunzioni regolate da decalogo e niente più parentopoli

Orazio Rotunno
Introdotte nuove figure professionali quali ingegnere ambientale e sociologo
1 commento 76

Al fotofinish, nell'ultima seduta prima delle vacanze estive, il Comune avvia la delibera che si adegua alle direttive nazionali in merito alle
assunzioni presso gli uffici comunali.

Ecco le novità principali attivate dal Sindaco Emiliano e che dovrebbero rendere più trasparente l'ingresso nell'organigramma amministrativo: vengono introdotte per la prima volta le figure professionali di ingegnere ambientale e sociologo. Impossibilità di presiedere nella giunta di valutazione in un concorso per il parente di uno dei concorrenti, nel decalogo vengono stabiliti i gradi di parentela che vengono esclusi da ciò. Inoltre per ogni figura lavorativa sarà necessario uno specifico titolo di studio, come previsto dalle nuove norme statali.

Altro importante punto riguarda chi già siede nell'amministrazione comunale, in particolar modo per: progettisti, ingegneri, architetti che
non potranno adempiere ad incarichi privati, neanche per semplici consulenze.

Ora la palla passa ai concorsi, in quanto coloro i quali sono andati in pensione non sono stati sostituiti. L'ultima selezione al Comune di Bari risale al 2006. Ad oggi la giunta ha dato il via libera al piano di riorganizzazione del personale con conseguente riduzione del numero dei dirigenti da 69 a 51. Secondo una ricognizione, effettuata nei mesi scorsi dal direttore generale Vito Leccese, sono 21 le posizioni che necessitano copertura. L'obiettivo, soldi permettendo, è quello di bandire entro la fine dell'anno 12 concorsi.

In particolar modo si fa riferimento a ruoli tecnici quali geometri e ingegneri, che dovranno rafforzare la ripartizione Urbanistica, ma tra i
posti che saranno messi a concorso ci sono anche quelli per quattro agenti della polizia municipale.

mercoledì 22 Agosto 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Luigi Cipriani
Luigi Cipriani
9 anni fa

STRANO che Emiliano si ricorda la “trasparenza” alla vigilia della ultimazione del suo mandato, e il divieto di assunzioni da parte del Governo centrale. Perchè non si è preoccupato di fare tale provvedimento sin dall’insediamento (2004)? Con questa delibera pensa di prendere ancora in giro i Baresi? Caro Emiliano avresti fatto bella figura se continuavi ad ignorare la pseudo-trasparenza….. Luigi Cipriani