Cronaca

Ritrovati gli ori di San Nicola rubati il 22 marzo dalla Basilica

La Redazione
L'intera refurtiva è stata recuperata all'interno del casolare nel quartiere Japigia di Bari dove si nascondeva il 48enne tunisino Farid Hanzout
1 commento 603

Sono stati ritrovati gli ori di San Nicola. L’anello di oro, l’evangeliario con le tre sfere d’argento e un medaglione contenente una fiala della sacra manna, oltre agli spiccioli lasciati come offerta dai fedeli, erano stati sottratti dalla statua del Santo presente in Basilica nella notte tra 21 e 22 marzo, ma sono stati recuperati per intero, nascosti all'interno del casolare nel quartiere Japigia di Bari dove si nascondeva il 48enne tunisino Farid Hanzout. Al momento, sono in Questura. I dettagli saranno resi noti in una conferenza stampa. Proprio oggi la gip del Tribunale di Bari Antonella Cafagna aveva convalidato il fermo del 48enne tunisino Farid Hanzouti, ritenuto l'autore del furto con scasso nella Basilica, applicando contestualmente la misura cautelare della detenzione in carcere. Alla identificazione del 48enne, i poliziotti sono arrivati grazie alle immagini delle telecamere che hanno immortalato il ladro in sella ad una bicicletta all'esterno della Basilica e poi mentre scavalcava la grata accanto alla torre campanaria, dove c'era anche una sua impronta digitale. Nel casolare dove si nascondeva, poi, gli agenti hanno trovato banconote per complessivi 1.750 euro. Il 48enne ieri nell'udienza di convalida ha negato di essere l'autore del furto.

sabato 26 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Franco
Franco
3 mesi fa

Il furto è strano, il rintracciamento del ladro stranissimo e il ritrovamento dei gioielli lo è ancora di più.