Attualità

Pnrr, Guardia di finanza e Città Metropolitana insieme per prevenire le frodi

La Redazione
Il protocollo è stato firmato questa mattina a Palazzo di città dal sindaco metropolitano, Antonio Decaro, e dal comandante provinciale della Guardia di finanza, il generale di Brigata Roberto Pennoni
scrivi un commento 146

Guardia di Finanza e Città metropolitana di Bari insieme per confermare che le risorse del Pnrr vengano spese nel rispetto della legalità. Un impegno che si concretizza nel protocollo sottoscritto questa mattina dal sindaco metropolitano, Antonio Decaro, e dal comandante provinciale della Guardia di finanza, il generale di Brigata Roberto Pennoni. L'obiettivo del protocollo è quello di "rafforzare il sistema di prevenzione e contrasto alle frodi connesse all’attuazione del Piano, intervento di portata epocale per il rilancio e la crescita del nostro Paese, in linea anche con quanto richiesto dalle norme europee" come ricordano dalla Guardia di finanza in una nota. Il protocollo sarà valido fino al completamento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e, comunque, non oltre il 31 dicembre 2026. "Il memorandum siglato testimonia l’impegno degli attori istituzionali coinvolti nel favorire le condizioni per un impiego efficiente e tempestivo delle risorse finanziarie, in linea con gli obiettivi di crescita e consolidamento economico previsti dal Piano" spiegano dalla Guardia di finanza. “Siamo consapevoli di essere destinatari di una quantità di fondi ingenti che derivano dal PNRR ma che rinvengono anche da programmi nazionali e comunitari – ha spiegato il sindaco Decaro -. Ad oggi abbiamo stimato che, nei prossimi mesi, solo la Città metropolitana di Bari dovrà appaltare opere per oltre 40 milioni di euro. Questo ci impone grande attenzione e grande impegno per garantire la massima trasparenza e correttezza nella gestione di tutte le procedura di spesa di questi fondi. In questo scenario si inserisce il protocollo siglato oggi al quale aderiranno anche il Comune di Bari e gli altri Comuni del territorio, così da avere un monitoraggio costante e capillare sull’intera gestione delle procedure. Grazie al supporto della Guardia di Finanza avremo una sicurezza maggiore nell’evitare possibili infiltrazioni nella gestione dei fondi o un presidio maggiore per impedire comportamenti errati o possibili illeciti”.

mercoledì 18 Maggio 2022

(modifica il 10 Giugno 2022, 10:34)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti