Attualità

Tornano le Frecce, attese migliaia di persone. Dal prefetto appello al «buon senso dei cittadini»

La Redazione
Attesa una grande folla sul lungomare, ma non ci saranno restrizioni
1 commento 174

Le Frecce tricolori tornano a sorvolare Bari (ma anche Molfetta e Giovinazzo) e promettono spettacolo, come accadde nel 2019. Dopo la lunga pausa a causa della pandemia, la pattuglia acrobatica nazionale del 313° Gruppo addestramento acrobatico dell’Aeronautica Militare, si esibirà il 7 maggio nei cieli che solcano il litorale tra Giovinazzo e Molfetta e il giorno dopo, l’8 maggio, a Bari in occasione della festività per San Nicola. Un appuntamento molto atteso che, tre anni fa, fu seguito da circa 300 mila persone. Numeri enormi, che oggi non lasciano del tutto tranquilli.

Per questo ieri in prefettura a Bari è stata organizzata la prima riunione tecnica del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, con i sindaci, gli esponenti delle forze dell’ordine, i comandanti delle Capitanerie di porto di Bari e Molfetta, il comando Scuole III Regione Aerea, i vigili del fuoco e i vertici del 118. «Torniamo alla quotidianità e ricominciano le manifestazioni – ha detto il sindaco Antonio Decaro – ogni domenica c’è un appuntamento in città e ci stiamo già preparando alla festa di San Nicola e al ritorno delle Frecce Tricolori che animeranno non soltanto la città di Bari ma anche alcuni comuni dell’area metropolitana». Per il momento non sono previste restrizioni al pubblico, anche se il prefetto Antonella Bellomo ha detto che eventualmente spetterà ai sindaci prendere decisioni in tal senso, tenendo presente anche l’andamento dei contagi. Anche per questo Bellomo rivolge un «appello al buon senso dei cittadini». Il programma prevede due prove generali, il 5 a Bari e il 6 tra Giovinazzo e Molfetta. Le esibizioni del 7 e dell’8 maggio si svolgeranno con le stesse modalità, a partire dalle 16 per terminare alle 17.30. L’8 maggio la manifestazione aerea sarà integrata da un evento dimostrativo a mare ad opera della Guardia di finanza con mezzi aero navali. Gli specchi d’acqua interessati saranno interdetti alla navigazione. «A Molfetta e Giovinazzo – ha detto il prefetto Bellomo – il 7, sono attesi almeno 40 mila spettatori. Mentre a Bari se ne aspettano molti di più e l’organizzazione sarà più complessa perché coinvolge tutta la città. Abbiamo l’esperienza del passato e sappiamo che attrae tantissime persone e anche per quello saranno necessarie delle misure particolari che riguarderanno intanto varie aree da interdire alla viabilità e poi anche un robusto apparato di sicurezza e di vigilanza che sarà affidato ad operatori professionisti della sicurezza ma con l’aiuto dei volontari per assistere la popolazione. Dubito però che si possano pensare restrizioni ulteriori: per Bari significherebbe chiudere la città e non è fattibile».

mercoledì 6 Aprile 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Graziano
Graziano
2 mesi fa

Quindi ora ci si affida al “buon senso” dei cittadini? Dopo anni di restrizioni che lo negavano? Chi ci capisce qualcosa è davvero bravo.