Cronaca

Minacce e rapina al gestore di una sala scommesse a Modugno, definitive le condanne

La Redazione
Gli ordini di carcerazione, emessi dalla Procura Generale della Corte d'Appello di Bari, sono stati eseguiti dai carabinieri: dei sei destinatari, uno era in libertà, altri due ai domiciliari, e tre si trovavano già in carcere
scrivi un commento 133

Dovranno scontare pene residue comprese tra i cinque anni e un anno e undici mesi di reclusione le sei persone colpite, nei giorni scorsi, da altrettanti ordini di carcerazione, emessi dalla Procura Generale della Corte d’Appello di Bari, ed eseguiti dai carabinieri della Compagnia di Modugno nello stesso centro, e a Bari, Terlizzi, Taranto e Trani. I provvedimenti, emessi in seguito a sentenze definitive di condanna, riguardano fatti commessi il 31 marzo 2019 a Modugno. I sei soggetti riconosciuti colpevoli, secondo quanto ricostruito attraverso le indagini, dopo aver trascorso la serata all’interno di una sala scommesse e aver consumato bevande e giocato alle slot machine, perdendo una cospicua cifra di denaro, minacciarono di morte il gestore e il proprietario dell’esercizio commerciale e, con violenza, si fecero consegnare tremila euro, frutto dell’incasso giornaliero, per poi scappare. Le indagini avviate all’epoca, contraddistinte dall’analisi ed estrapolazione dei filmati di videosorveglianza del locale e della zona, oltre all’escussione della vittima, permisero in breve tempo di identificare i presunti responsabili. Infatti, il 14 giugno 2019, il gip del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura, emise nei loro confronti un’ordinanza di custodia cautelare eseguita dai Carabinieri. Dei sei destinatari degli ordini di carcerazione, uno non era sottoposto a provvedimenti restrittivi, due si trovavano agli arresti domiciliari mentre tre erano già detenuti in carcere per altra causa. 

venerdì 18 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti