Attualità

Emergenza Ucraina: il sistema dei servizi del Welfare comunale a disposizione dei cittadini ucraini

La Redazione
L'assessorato al Welfare in campo al fine di agevolare le procedure di richiesta del titolo di soggiorno per i cittadini ucraini giunti o che giungeranno nei prossimi giorni in città
1 commento 101

Alla luce dell’emergenza umanitaria causata dalla guerra in Ucraina, l’assessorato al Welfare rende noto che, al fine di agevolare le procedure di richiesta del titolo di soggiorno per i cittadini ucraini giunti o che giungeranno nei prossimi giorni in città, il Comune di Bari garantisce loro adeguata assistenza attraverso lo sportello di orientamento legale presso il centro polifunzionale “Casa della Culture”, in grado di assicurare un supporto diretto a chiarire la loro situazione giuridica in Italia, in base alle tipologie di permessi di soggiorno possibili (protezione speciale, ricongiungimento familiare). Inoltre, gli operatori sociali del Comune di Bari, in caso di contatto diretto con persone di nazionalità ucraina che si dovessero recare agli sportelli comunali, procederanno a segnalare, con una comunicazione a mezzo PEC, le loro generalità alla Questura di Bari, trasmettendo eventualmente copia del passaporto o di altro titolo di ingresso, dichiarazione di ospitalità, ove disponibile, e soprattutto un riferimento telefonico della persona. La Questura provvederà poi a contattare i cittadini ucraini per assisterli nell’avvio delle varie procedure burocratiche.

I cittadini ucraini, come tutte le persone straniere presenti sul territorio comunale, possono usufruire dei seguenti servizi:

Sportelli di Segretariato sociale

Il servizio offre orientamento e tutte le informazioni relative ai Servizi sociali e socio-sanitari attivi sul territorio. Gli uffici, aperti dal lunedì al venerdì, si trovano presso ripartizione Servizi alla persona r i Municipi e (dal lunedì al venerdì ore 9-13, martedì e giovedì ore 15.30-17.30)

Sportello per l’orientamento legale e socio-sanitario con assistenza di mediatore

Il servizio è attivo il martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 8 alle 14, e il lunedì e mercoledì, dalle ore 13 alle 19, presso Casa delle Culture, in via Barisano da Trani 15, al San Paolo

080 6933798, sportellocasadelleculture@reteoltre.it

Sportello di supporto psicologico con assistenza di mediatore

Il servizio è attivo il mercoledì dalle ore 9 alle 14 su prenotazione al fine di garantire la presenza del mediatore linguistico, presso Casa delle Culture

Sportello di orientamento legale

Il servizio è attivo il venerdì dalle ore 16 alle 18, presso il Centro polifunzionale per il contrasto alla povertà estrema Area 51, in corso Italia 81

080 5210288

Sportello per supporto iscrizione anagrafica

Lo sportello è aperto il lunedì dalle ore 10 alle 12, presso il Centro polifunzionale per il contrasto alla povertà estrema Area 51

Sportello per informazione ed orientamento ai servizi del territorio, richiesta farmaci o cure sanitarie, domiciliazione corrispondenza

Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 12, e dalle ore 15 alle 17, presso il Centro polifunzionale per il contrasto alla povertà estrema Area 51

Emporio della salute

I buoni farmaceutici (prepagati per l’acquisto gratuito di farmaci che non richiedono ricetta medica) potranno essere richiesti presso la ripartizione Servizi alla persona e i Municipi nell’orario di apertura al pubblico: i farmaci potranno essere ritirati presso l’Emporio della salute, in via Zuccaro 6, ogni lunedì dalle ore 16 alle 18, e ogni mercoledì dalle ore 10 alle 12

Centro polifunzionale per l’infanzia e l’adolescenza “La Casa delle bambine e dei bambini”

Il centro, sulla S.P. 110 Modugno-Carbonara 4 e 4/4, offre i seguenti servizi:

erogazione di buoni spesa, generi alimentari e di prima necessità, alimenti e accessori e abbigliamento per la prima infanzia e per le donne in stato di gravidanza

ambulatorio sociale per infanzia.

Il servizio è aperto dal martedì al sabato dalle ore 16 alle 19.

080 2040908, 388 9805330

Unità per il contrasto alla povertà estrema (UPE)

Rivolgendosi ai servizi sociali della ripartizione e dei Municipi, secondo la loro valutazione, è possibile attivare l’UPE che effettua un accompagnamento materiale ai servizi sociali e sanitari del territorio

I Centri servizi per le famiglie

Disponibili ad offrire assistenza anche i Centri servizi per le famiglie, finalizzati alla promozione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e al miglioramento delle relazioni familiari. Le otto strutture, presenti in tutti i Municipi cittadini, svolgono attività educative, culturali, di mediazione sociale e sostegno psicologico.

 

mercoledì 9 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Graziano
Graziano
3 mesi fa

Non sarà certo accogliendo decine di migliaia di profughi ucraini che contribuiremo a risolvere la questione. Specie se nel frattempo inviamo dall'altra parte missili e militari italiani. Così non finirà più.