Attualità

Accoglienza dei profughi dall’Ucraina: a Bari la Caritas mette a disposizione 130 posti

La Redazione
Le disponibilità raccolte tra il capoluogo e i Comuni limitrofi, ma la rete continua ad ampliarsi
scrivi un commento 160

Sono 130 i posti finora messi a disposizione dalla Caritas diocesana di Bari e Bitonto per accogliere i profughi in arrivo dall'Ucraina. A renderlo noto è il responsabile, don Vito Piccinonna, che in una nota sottolinea la "grande solidarietà" raccolta "nella mappatura delle disponibilità di accoglienza (in particolar modo per mamme con minori) sia da parte delle comunità parrocchiali che da parte di privati cittadini". Nel corso dell'incontro in Prefettura di venerdì scorso, la Caritas ha comunicato "la disponibilità di 33 posti presso istituti o realtà ecclesiali della nostra diocesi tra Bari e alcuni Comuni limitrofi. A queste disponibilità – spiega Piccinonna – si aggiungeranno, a breve, altre 100 facenti capo a famiglie delle comunità parrocchiali o persone che comunque si sono rivolte alla nostra Caritas diocesana", per un totale di oltre 130 posti, mentre altre disponibilità saranno comunicate dai parroci nelle prossime ore. Come previsto dal piano del Ministero dell'Interno, Piccinonna ricorda che i profughi saranno accolti, anzitutto, nei CAS (Centri di Accoglienza Straordinaria) e attraverso il SAI (Sistema di Accoglienza e Integrazione), "e solo quando saranno esauriti i posti in queste strutture, si provvederà al collocamento presso istituti e realtà ecclesiali previo coordinamento tra la “Cabina di Regia” e la Caritas diocesana". Per i minori non accompagnati, invece, la competenza è esclusivamente dei Comuni e del tribunale per i minorenni. Il progetto del Comune di Bari "Famiglia senza confini" resta un riferimento importante per quanti vogliono candidarsi ad accompagnare i minori.

lunedì 7 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti