Attualità

Coldiretti: «Allevatori, pescatori e agricoltori in piazza a Bari con barche e animali»

La Redazione
In piazza della Libertà la manifestazione "per dire stop alle speculazioni e al caro bollette"
1 commento 9

Venerdì allevatori, pescatori e agricoltori invaderanno Bari per dire stop alle speculazioni e al caro bollette. Ad annunciarlo è la Coldiretti. «Se il carello della spesa per le famiglie è sempre più caro – afferma la Coldiretti –, i compensi riconosciuti agli agricoltori, ai pescatori e agli allevatori non riescono neanche a coprire i costi di produzione con il balzo dei beni energetici che si trasferisce a valanga sui bilanci delle imprese agricole costrette a vendere sottocosto, mentre lo sciopero dei Tir con i blocchi stradali sta provocando danni incalcolabili, dal campo alla tavola, con i prodotti deperibili come frutta, verdura, funghi e fiori fermi nei magazzini che marciscono e il rischio concreto di scaffali vuoti. Una situazione insostenibile che mette a rischio le forniture alimentari della Puglia garantite grazie al lavoro di oltre 100mila aziende agricole e stalle, più di 5mila imprese di lavorazione alimentare e una capillare rete di distribuzione tra negozi, supermercati, discount e mercati contadini di Campagna Amica che non hanno mai smesso di lavorare durante la pandemia ed ora sono strozzate dalle speculazioni. Per questo migliaia di allevatori, pescatori ed agricoltori della Coldiretti Puglia con barche, trattori e animali al seguito lasciano le stalle, le campagne e le banchine dei porti venerdì 25 febbraio dalle ore 9,00 ed invadono Bari, arrivando in corteo su Piazza Libertà dove in delegazione alle 11,00 saranno ricevuti dal Prefetto di Bari, Antonia Bellomo. In Piazza Libertà insieme ad allevatori, agricoltori e pescatori ci sarà anche la mucca “Roxy” simbolo della battaglia per un prezzo del latte giusto ed onesto, ma anche la barca portata in secco, con il pescato a Km0 che non riesce più neppure ad essere consegnato per lo sciopero dei TIR. Sarà divulgato lo studio con gli effetti del caro bollette sulle imprese agricole ma anche allestito il “tavolo della verità” con la casara che filerà la mozzarella in diretta per far conoscere ai consumatori i prezzi riconosciuti ad agricoltori ed allevatori per i principali prodotti che mettono nel carrello, con iniziative che coinvolgeranno l’intera filiera alimentare, dai ristoratori ai camionisti».

mercoledì 23 Febbraio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Franco
Franco
4 mesi fa

Non dimenticassero che non c'è solo la bollette elettrica ma anche quella del gas e a Bari è il Comune a incassarla.