Attualità

Palace hotel, vicino lo sblocco della cassa integrazione per i lavoratori

La Redazione
"Quattro manifestazioni di interesse per l'albergo"
1 commento 76

La vertenza dell'Hotel Palace di Bario ptrebbe risolversi con l'accoglimento della cassa integrazione per i 43 lavoratori. A riferirlo è Antonio Miccoli, segretario generale di Filcams Cgil Bari, in seguito agli incontri con la Palace Eventi Srl, la società che gestiva l'albergo. Inizialmente, come riferito dal sindacalista,  c’era stato un momento di forte criticità nella trattativa quando, al tavolo della Task force regionale, la società aveva posto una pregiudiziale preventiva con la quale si chiedeva alle organizzazioni sindacali e ai lavoratori l’interruzione del presidio permanente come condizione sine qua non per l’attivazione della cassa integrazione. Nella giornata di sabato è giunta la notizia che la società avrebbe ritirato la pregiudiziale preventiva dichiarandosi pronta a firmare l’accordo di cassa integrazione per 12 mesi. I sindacati e i lavoratori si impegnano quindi a sciogliere il presidio, iniziato il 17 gennaio scorso.

Questa mattina si è tenuto un incontro in Prefettura sul tema, mentre domani è in programma un incontro con la Task force regionale guidata da Leo Caroli e con Arpal Puglia, per formalizzare le dichiarazioni odierne e sottoscrivere l’intesa per la cassa integrazione per 12 mesi per tutti i lavoratori. "La discussione parte con il piede giusto alla luce della disponibilità dichiarata, da parte di Palace Eventi S.r.l., e dell’apertura delle OO.SS. rispetto al contestuale scioglimento del presidio in atto – ribadisce Miccoli – Dopo questo importante step che garantirà reddito e dignità agli operatori ed alle operatrici per un anno, si aprirà la partita più importante che concerne la gestione dello storico albergo cittadino".

Sembra che ci siano già quattro manifestazioni di interesse da parte di importanti gruppi del settore. Questa mediazione si svolgerà in seno alla Task Force regionale e dovrebbe portare al riassorbimento, da parte della nuova gestione, dei 43 dipendenti garantendo ad essi continuità occupazionale, valorizzazione delle competenze acquisite in decenni di servizio e il rilancio di una struttura che ha un forte valore simbolico e commerciale nel tessuto turistico di Bari. "L’impegno dei sindacati., delle istituzioni è massimo e la Filcams Cgil è fortemente coinvolta in questa vertenza dal grande significato. Aver ottenuto la CIGS per 12 mesi da parte di Palace Eventi S.r.l.  e rassicurazioni sulla continuità dell’albergo da parte della proprietà dell’immobile, conclude Miccoli, è un grosso risultato per i lavoratori, consente un buon margine di manovra nelle trattative per la nuova gestione e permetterà di porre le basi per la riapertura dell'albergo" conclude il sindacato in una nota.

martedì 8 Febbraio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Maria P.
Maria P.
4 mesi fa

Al tavolo manca il principale convitato, il proprietario del Palace ed ex Sindaco, ex presidente di Aqp Simone Di Cagno Abbrescia. Possibile che non abbia nulla da dire?