INTERVISTA BIANCOROSSA

La firma di Antenucci sull’obiettivo del Bari: “Segno solo per questo”

La Redazione
L'attaccante molisano spinge sull'acceleratore per contribuire alla promozione dei galletti in serie B
scrivi un commento 44

La firma di Antenucci sull'obiettivo promozione del Bari. Questa la sintesi dell'intervento di questa mattina al San Nicola del bomber molisano che domenica scorsa, contro il Catania, ha raggiunto le 201 segnature in carriera. Di queste, 50 con la maglia del Bari (12 quest'anno): "Questi gol rappresentano un percorso lungo negli anni – dice – cercando di segnare il più possibile ovunque abbia giocato, senza farne una fissazione. Mi alleno per questo e sono felice quando accade. Il gol indimenticabile è quello segnato in rovesciata in Spezia-Ternana. Ma anche la mezza rovesciata in Spal-Parma, giocata a Bologna".

"Mi fa piacere segnare con questa maglia – sorride soddisfatto  -. Sappiamo qual è l'obiettivo primario e spero che i miei gol aiutino il Bari a raggiungere questo obiettivo. Sul piano personale, continuerò ad allenarmi ancora più forte".

All'orizzonte ci sono Paganese e Monterosi. Sfide da affrontare senza l'infortunato Botta: "Nel bene e nel male – dice – l'attaccante beneficia del lavoro di squadra. Ruben mancherà perché è forte e di personalità, determinante per il nostro modo di giocare. Chi ci sarà al suo posto farà senz'altro bene". Si va sul campo della Paganese: "Speriamo di trovare un campo decente rispetto agli ultimi due anni passati. Sappiamo che lì c'è un ambiente caldo e difficile, ma se facciamo quello che dobbiamo, non ci saranno problemi. Ci stiamo preparando molto bene. Due anni fa, contro di loro segnai una doppietta al San Nicola e perciò mi evoca bei ricordi".

"Ci sono sempre stato sul piano realizzativo – ci tiene a sottolineare – anche se l'anno scorso ho segnato un po' meno. Quando le cose vanno bene, tutto si amplifica. Mi sento bene, mi piacciono anche il modulo e le idee del mister. Cheddira? Dipenderà da lui se arrivare in alto. Ha qualità speciali, specialmente sul piano fisico. E' tutto nelle sue mani, ma per me ha enormi potenzialità, Gli auguro il meglio, lavorando duramente".

In tre anni a Bari, questa è la più bella nonostante qualche panchina di troppo: "Succede a tutti – ammette – perché la rosa è di 26 persone. L'importante è farsi trovare pronti lavorando in maniera seria e serena. E il mister da' possibilità a tutti. Con Polito, poi, ci avevo giocato insieme col Catania. Una persona schietta e sincera. Ci dà consigli come figura di riferimento. Firmerei per arrivare quest'anno a quota 210 con la promozione in B del Bari". "Per arrivare all'obiettivo – prosegue – dobbiamo continuare per la nostra strada, senza guardare gli altri. I gironi di ritorno sono sempre più difficili. Poi, si è messo di mezzo pure il Covid condizionando tutti negli allenamenti. C?è da mettere un tassello importante per quest'anno. Al futuro poi ci penseremo".

giovedì 27 Gennaio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti