LO STADIO DEL NUOTO

Bari, lo Stadio del Nuoto ha ancora un cuore che batte

La Redazione
La struttura gestita dalla Waterpolo Bari nonostante tutte le difficoltà strutturali e pandemiche
scrivi un commento 210

Tempo di bilanci e previsioni per lo Stadio del Nuoto di Bari, struttura gestita dalla società Waterpolo Bari alle prese – da ormai due anni a questa parte – con l'emergenza Covid e con alcuni lavori strutturali della piscina principale che ne hanno condizionato la regolare attività. Basti pensare alle traversie vissute, per esempio, dalla formazione della pallanuoto maschile costretta nell'ultima stagione agonistica ad emigrare per la disputa delle gare interne del campionato di B culminato con l'amara retrocessione in C. Acqua passata, è il caso di dire, alla luce della bella notiia del ripescaggio nel torneo cadetto che rivedrà i reds di Baiardini di nuovo ai nastri di partenza del terzo torneo nazionale. 

"Negli ultimi due anni – si legge sul profilo social ufficiale della società biancorossa – abbiamo visto quello che mai ci saremmo potuti immaginare. Il mondo è stato sconvolto, le nostre vite sono cambiate. Tanti impianti hanno chiuso e altri forse chiuderanno. Ma noi non abbiamo mollato mai. Abbiamo sempre aperto le nostre porte anche quando nessuno ci credeva, lo abbiamo fatto con prudenza e con amore, ospitando anche altre squadre e raccogliendo utenti “orfani di vasca”. Abbiamo dimostrato che la piscina è un posto accogliente e sicuro".

"Il nostro utile – la sottolineatura finale – è rappresentato dalla quantità di benessere che abbiamo distribuito e siamo assolutamente convinti che anche quest’anno distribuiremo ricchi dividendi".

lunedì 3 Gennaio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti