Politica

Emiliano a Draghi: «Stiamo programmando il nostro futuro e vogliamo farlo insieme al Governo»

La Redazione
Le parole del presidente Michele Emiliano nel corso del suo intervento oggi all'ITS Cuccovillo di Bari alla presenza del Presidente del Consiglio Mario Draghi
scrivi un commento 150

Presidente, innanzitutto benvenuto. Siamo proprio felici, Lei se ne accorge, lo sente questo calore che la circonda. E ogni volta che la guardiamo, che la ascoltiamo abbiamo la sensazione che Lei come un grande allenatore in uno spogliatoio ci dica “Ragazzi, siete pronti? Avete le istruzioni giuste? Vi siete allenati per bene? Avete cognizione dell’importanza di quello che abbiamo davanti?” Io glielo devo dire, anche se sembrerò troppo orgoglioso della mia comunità. Presidente, i pugliesi sono nati pronti. Sono nati pronti quando ci siamo accorti che non avevamo l’acqua e abbiamo costruito l’acquedotto più grande d’Europa. Quando ci siamo accorti che avevamo difficoltà a comunicare con il resto del mondo e abbiamo realizzato la Fiera del Levante. Quando ci siamo resi conto che eravamo stati infettati dalla mafia, abbiamo reagito con decisione. E quando ci siamo accorti che avevamo un sistema sanitario con la metà degli ospedali della Emilia Romagna a parità di abitanti e 40 mila dipendenti in meno, siamo comunque risaliti nei Livelli Essenziali di Assistenza, fino al sesto/settimo posto negli ultimi anni.  E lo abbiamo fatto grazie al capitale umano, grazie a queste persone che hanno saputo rimediare persino al fatto che mancano tanti soldi in quel settore. Eppure abbiamo dato un contributo importante assieme al Generale Figliuolo, che è venuto più volte qui, e che vi ringraziamo davvero di aver nominato.Però adesso lei sta vedendo che non ci limitiamo a gestire l’emergenza, stiamo programmando il futuro e lo vogliamo programmare con il nostro governo, con il Paese al quale siamo legatissimi. Un terzo delle forze armate è fatto da pugliesi. Qui abbiamo ridispiegato praticamente la metà delle forze armate di terra, di aria e di mare. Abbiamo davvero grandi occasioni davanti a noi. Siamo pronti a candidare Taranto a polo dell’idrogeno, siamo la regione che produce più energia rinnovabile di Italia e naturalmente  tutto questo non è possibile perché ci sono dei singoli, ma perché c’è una squadra formidabile. Siamo legati l’uno con l’altro, all’Italia, al tricolore, alla Repubblica che lei in questo momento rappresenta. Ieri abbiamo avuto l’onore di vedere il presidente della Repubblica all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Foggia. C’è un’assonanza straordinaria. E allora noi vogliamo dirle che noi siamo con lei, la sosterremo fino in fondo, senza se e senza ma, perchè crediamo in questo Paese, crediamo nel suo lavoro e questa fede è una fede che non ha bisogno di nessun ricambio, se non un po’ di attenzione e affetto”. Lo ha detto il presidente Michele Emiliano nel corso del suo intervento oggi all’ITS Cuccovillo di Bari alla presenza del Presidente del Consiglio Mario Draghi. 

martedì 26 Ottobre 2021

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti