Calcio

Bari che rabbia, svanisce al 90′ la vittoria contro la Pro Vercelli

Nicola Palmiotto
Sotto di un gol, i biancorossi ribaltano il risultato con Galano. Ma nel finale il 2-2
scrivi un commento 106

Svanisce
all’ultimo respiro il primo successo in trasferta del Bari
. A tempo
scaduto la Pro Vercelli sigla il gol del definitivo 2-2. Un pareggio, il
primo in campionato per i Galletti, che però lascia l’amaro in bocca. I
biancorossi hanno infatti interpretato bene la gara, ribaltando
l’iniziale svantaggio con una doppietta di uno strepitoso Galano, ma
hanno subito due gol evitabili entrambi su palle da fermo. Peccato, perché oggi vincendo il Bari sarebbe salito (provvisoriamente) in vetta alla classifica.

Strepitoso Galano, ma non basta
Grosso
sceglie di nuovo il 3-4-3. In difesa rientra Gyomber, schierato accanto
a Cassani e Marrone. A centrocampo Fiamozzi avanza sulla corsia di
destra, mentre dall’altro lato è confermato Morleo. Nel vivo della
manovra ci sono Basha e Tello. In attacco fiducia al tridente con
Galano, Cissè e Improta.

Pronti,
via e il Bari sfiora il vantaggio. Al 7’ Improta se ne va sulla
sinistra, mette al centro per Cissè, che spalle alla porta lavora il
pallone e lo serve per l’accorrente Basha la cui conclusione si stampa
sul palo. Dopo il buon avvio i biancorossi però calano e la Pro
Vercelli, inizialmente tutta raccolta nella propria metà campo, comincia
a mettere il naso fuori. Al 17’ Firenze colpisce da fuori e Micai si
rifugia in corner. Al 31’ arriva il gol dei padroni di casa. Su schema
da calcio d’angolo Castiglia, lasciato colpevolmente tutto solo in area
di rigore, calcia di prima battendo Micai, che nella circostanza appare
sorpreso al pari dei suoi compagni. La reazione del Bari è blanda.
Improta e Galano sono imbrigliati bene dai difensori della Pro e la
manovra biancorossa non trova sbocchi. Al 40’, sugli sviluppi di un
calcio da fermo, Cassani imbecca Improta, che calcia al volo ma Marcone
alza sulla traversa.

Nel
secondo tempo scende in campo tutto un altro Bari. Al 2’ infatti arriva
il pareggio. Filtrante di Tello per Galano, che taglia alle spalle
della difesa e calcia a rete indisturbato. I biancorossi capiscono che è
il momento di alzare i ritmi e chiudono gli avversari nella loro metà
campo. Fatta eccezione per una girata di Raicevic al 9’, tutte le
occasioni sono di marca pugliese. Al 14’ Cissè calcia di esterno destro
costringendo Marcone a salvarsi in angolo. Grosso prova a vincere la
partita, mandando in campo Floro Flores e Icolano, al posto di Cissè e
Fiamozzi. Al 32’ infatti arriva il gol del sorpasso, su cui è impresso
il marchio di fabbrica di Galano, con un sinistro a giro dal limite
dell’area che non lascia scampo a Marcone. Il Bari controlla la gara
senza soffrire troppo gli attacchi Pro Vercelli. A tempo abbondantemente
scaduto arriva la beffa. Berra fa la sponda sul calcio di punizione di
Mammarella, Legati colpisce di testa ma l’ultimo tocco è di Morra. Il
Bari sale a quota 13 punti in classifica restando piena zona playoff.

Grosso: «Resta l’amaro in bocca, avremmo meritato i tre punti»
«È
una partita che ci lascia l’amaro in bocca
– ha spiegato Fabio Grosso
davanti alle telecamere di Sky -. Mi è piaciuta tanto la reazione della
squadra nel secondo tempo. Abbiamo recuperato la partita e siamo andati
in vantaggio, credo che avremmo meritato i tre punti. Peccato, non ci
siamo riusciti ma sono convinto che con questo atteggiamento girerà
anche la sorte nei momenti determinanti
».

Il tabellino
Pro Vercelli-Bari 2-2

Pro Vercelli (4-3-3): Marcone; Berra, Legati, Bergamelli, Mammarella;
Germano, Castiglia, Altobelli; Firenze (33’st Rovini), Raicevic (23’st.
Morra), Vajushi (13’st. Bifulco). In panchina: Nobile, Rocca, Konate, Ghiglione, Barlocco, Gilardi, Pugliese, Polidori, Bruno. Allenatore: Grassadonia.
Bari
(3-4-3): Micai; Cassani, Marrone, Gyomber; Fiamozzi (18’st. Iocolano),
Tello, Basha (35’st. Petriccione), Morleo; Galano, Cissè (18’st. Floro
Flores), Improta. In panchina: De Lucia, Conti, Capradossi, Kozak, Brienza, Anderson, Salzano, Nenè, Busellato. Allenatore: Grosso.

Arbitro: Martinelli di Roma (assistenti Rocca, Dei Giudici; quarto uomo Sozzo).

Reti: 31’pt. Castiglia, 2’st., 32’st. Galano, 49’st. Morra
Note: Ammoniti: Firenze, Morleo, Tello, Morra, Marrone.

sabato 14 Ottobre 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti