Cronaca

Bimba morì per lite tra medici, la Asl risarcisce i genitori

La Redazione
​Ai genitori una somma di 440mila euro. La piccola morì dopo un cesareo d'urgenza effettuato in ritardo
scrivi un commento 170

Svolta nella vicenda che ha colpito i genitori della bambina nata morta lo scorso aprile nell’ospedale Di Venere: la coppia viene risarcita dall’Asl con una somma di 440 mila euro.

La tragedia di una famiglia distrutta da una discussione tra medici arriva dunque ad un momento cruciale, di certo non lieto, ma che pone in qualche modo giustizia a quanto accaduto.

La triste vicenda riguardava una coppia di origini molfettesi vittima di una serie di malintesi sulla sala dove dovesse essere effettuato il parto per la nascita della loro bambina.

Con la sala parto occupata, il cesareo, che si prospettava essere delicato per una serie di complicazioni sorte, venne dirottato alla sala operatoria principale, dove, a causa di un intervento per appendicite improvviso, slittò di qualche ora; ma il ritardo fu fatale per la vita della piccola, che nacque già morta.

La vicenda fece estremamente scalpore, arrivando anche alle prime pagine dei notiziari nazionali. Oggi la notizia del risarcimento pecuniario, mentre ancora nessun provvedimento è stato preso nei confronti dei medici, da non escludere novità in futuro in tal senso.

lunedì 4 Settembre 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti