Attualità

Alga tossica, concentrazione «abbondante» tra Giovinazzo e Santo Spirito

La Redazione
Le rilevazioni della prima metà di agosto. Ok seconda località punto di riferimento Arpa, sul litorale sud
scrivi un commento 1049

La concentrazione di alga tossica torna abbondante su una parte della costa barese.

Sono state rese note le rilevazioni della prima quindicina di agosto, effettuate dall’Arpa. I valori riscontrati solo in un caso superano i limiti previsti (10mila cellule/litro in colonna è il limite fissato dal Ministero della Salute per l’insorgenza di un rischio sanitario). È il caso dell’area a 200 metri a sud del Lido Lucciola, al confine di Giovinazzo con Santo Spirito, l’alga raggiunge una presenza modesta sul fondo (23.420 cellule/litro) e abbondante in colonna (12.141).

Scarsa presenza, con valori quasi pari a zero, a Lido Trullo, seconda località punto di riferimento Arpa.

Un dato, a ogni modo, migliore di quello rilevato un anno fa nello stesso periodo: allora il bollino rosso compariva a Molfetta, Giovinazzo e Santo Spirito.

Le altre località balneari del Barese
Sul litorale nord, a Molfetta in località Prima Cala, la presenza dell’Ostreopsis è scarsa: 2.852 cellule/litro sul fondo e appena 40 cellule/litro in colonna. Il trend positivo continua in tutte le acque pugliesi. A Giovinazzo, Nelle acque antistanti l’hotel Riva del Sole la presenza dell’alga diminuisce sul fondo (da 990 cellule/litro della seconda metà di luglio, passa a 891) ma aumenta in colonna, restando sempre nei limiti, con le 8.658 cellule/litro (a fine luglio erano solo 79).

L’unico bollino rosso di metà agosto compare nelle acque di Castello Santo Stefano a Monopoli.

lunedì 21 Agosto 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti