Politica

La Città metropolitana punta sulla mobilità sostenibile

La Redazione
Approvato il "Biciplan metropolitano": una rete di percorsi ciclabili di oltre 400 chilometri
scrivi un commento 188

È stato approvato dal Consiglio metropolitano il Piano di programma della mobilità ciclistica, denominato Biciplan metropolitano.

Per la prima volta la Città metropolitana si dota di uno documento di programmazione strategica che affronta in maniera complessiva e organica lo sviluppo della mobilità ciclistica. Un’importante esperienza di programmazione partecipata, frutto di un processo di co-pianificazione ed ascolto continuo intercorso con i Comuni del territorio e con tutte le associazioni pubbliche e private, locali e nazionali, interessate allo sviluppo della mobilità lenta.

Il Biciplan metropolitano si pone quattro obiettivi. Al primo posto, quello di incentivare l’uso della bicicletta, non solo per il tempo libero, ma anche per gli spostamenti funzionali allo svolgimento delle attività della vita quotidiana dei cittadini, con conseguente riduzione dell’utilizzo di mezzi motorizzati privati e pubblici, principali produttori di anidride carbonica e PM10. Secondo obiettivo: promuovere il territorio attraverso la realizzazione di un efficiente sistema integrato di mobilità sostenibile, che possa incentivare il cicloturismo nazionale ed internazionale.

Il piano di pone anche l’obiettivo di integrare la mobilità ciclistica con altri sistemi di trasporto pubblico e le connessioni con i principali hub logistici dell’area metropolitana (aeroporto, stazioni ferroviarie e parcheggi di scambio). Senza dimenticare l’ottimizzazione dell’intero assetto viario dei comuni, mediante ciclovie di collegamento fra vari agglomerati urbani del territorio, secondo un modello che mette a sistema e soddisfa le necessità di tutte le utenze, migliorando diffusamente le condizioni di sicurezza stradale e di qualità della vita.

Il Biciplan prevede una rete di percorsi ciclabili di oltre 400 chilometri che si sviluppa in ambito urbano ed extraurbano e si integra con le pianificazioni di mobilità sostenibile a livello regionale, nazionale ed europeo. Il tutto attraverso numerosi itinerari che si snodano nei territori di tutti i comuni creando interconnessioni sostenibili tra il sistema delle coste e quello murgiano.

«Il Biciplan è un’importante esperienza di programmazione partecipata che parte dalla sensibilità e dalle esigenze dei singoli Comuni e territori per arrivare alla realizzazione di un progetto complessivo di sviluppo della nostra area metropolitana – afferma il sindaco metropolitano, Antonio Decaro -. Anche in questo caso abbiamo scelto la via della co-pianificazione e dell’ascolto per giungere a risultati più importanti che si arricchiscono delle competenze di tutti gli attori, istituzionali e non, coinvolti nel processo di sviluppo della mobilità lenta»

Nell’ambito del Patto per lo sviluppo della Città metropolitana di Bari sono state individuate tre reti di ciclovie, finanziate per 27 milioni di euro. Questi percorsi si svilupperanno prevalentemente su strade comunali secondarie, vicinali, interpoderali e sentieri: ciclovia del waterfront metropolitano e della Conca barese, ciclovia della Lame e ciclovia dell’Alta Murgia. L’estensione complessiva delle tre ciclovie è di circa 430 chilometri.

giovedì 20 Luglio 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti