Attualità

«Basta con i fascismi!»

La Redazione
Sabato la Giornata nazionale antifascista. Commemorazioni anche a Bari
scrivi un commento 106

In tutta la Puglia si sono tenute sabato manifestazioni e iniziative in occasione della Giornata nazionale Antifascista indetta dall’Anpi e promossa dal Coordinamento regionale antifascista pugliese.

L’iniziativa è nata con l’intento di costruire nel paese una diffusa coscienza sul problema dell’intensificarsi del fenomeno e della minaccia neofascista in Italia e nel mondo, dei razzismi, della xenofobia.

A Bari, in mattinata, si è svolta una commemorazione in prossimità delle pietre d’inciampo che ricordano l’eccidio del 28 luglio 1943 in piazza Umberto I e sulla lapide in memoria di della difesa dell’ex Palazzo delle Poste attaccato il 9 settembre 1943 dai nazisti. Due momenti in cui si è voluta coniugare la memoria di due pezzi importanti della Resistenza cittadina con l’attivazione odierna per contrastare idee di violenza e discriminazione di matrice sessista, razzista e xenofoba.

Altre manifestazioni si sono tenute a Nardò, Lecce e nella provincia di Foggia.

«Riteniamo necessario parlare e praticare l’antifascismo nella quotidianità – dichiara il Coordinamento regionale antifascista in una nota -. Sono numerosi gli episodi che si susseguono, anche nella nostra regione, di gruppi neofascisti che diffondono idee discriminatorie contro i migranti, gli omosessuali, le culture differenti e compiono atti di intimidazione nei confronti di chi opera ogni giorno per abbattere barriere, disgregazione sociale e diseguaglianze. Ancor più gravi sono i casi di infiltrazione e relazione di esponenti o organizzazioni neofasciste nelle istituzioni, dai luoghi della formazione alle amministrazioni comunali. Per questo il nostro lavoro sta proseguendo anche in vista delle amministrative che coinvolgono i comuni pugliesi per porre all’attenzione come gruppi e idee fasciste cercano di legittimarsi anche nelle istituzioni e sfruttano queste occasioni per alimentare consenso. Questi episodi ci portano a rivendicare con più determinazione l’istituzionalizzazione di un Osservatorio regionale antifascista».

lunedì 29 Maggio 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti