Cultura

“Madsmart”, Achille espone

Lorenzo Pisani
Apre al Mad la personale dell'artista barese. Domani il vernissage
scrivi un commento 101

Antonio Achille presenta la mostra Madsmart.

Dopo la personale dell’anno scorso, esposta alla Galleria del Catapano, a Bari, l’artista propone una ricerca basata su forme semplici e grezze in un’esposizione di otto tele, che sarà inaugurata domani, mercoledì 17 maggio, alle 19, al Mad Club.

La profonda turbolenza e il potere costruttivo dei pensieri sono divenuti materici, la terza dimensione delle materie prime usate per queste realizzazioni.

La plastica, miscelata con la colla e gli smalti acrilici, che danno il tocco finale a ciascuna realizzazione, si connette in modo forte e deciso alla base principale del dipinto: una tela fatta con juta grezza, la stessa usata per i tradizionali imballi di materie prime come caffè, cacao, noci di cocco, nocciole, gusci.

La plastica depolimerizzata a bassa temperatura è il principale elemento che caratterizza tutti i dipinti; gli smalti acrilici imprimono su ogni realizzazione una forma, un colore, un’anima. Ciascun dipinto converge nell’unico risultato costituito da un condensato di emozioni, in una singola linea, in qualcosa che esprime un’intima felicità o un dolore o una miscela di entrambe per fornire ad ognuno una miriade di stimoli e di spunti per immaginare, fantasticare, sognare.

L’autore
Antonio Achille è nato a Bari, il 28 Aprile 1960. Già da piccolo era appassionato dalla parte creativa di qualsiasi attività. Ha conseguito la Maturità classica e ha poi frequentato il Politecnico di Bari, dove si è laureato in Ingegneria meccanica.

Ha condotto una significativa esperienza in quasi 10 anni di industria
nel settore automotive, progettando macchinari e impianti per
l’automazione industriale destinati al montaggio automatico, al collaudo
per i più importanti costruttori di autoveicoli del mondo. Dal 1998
è consulente nei settori degli impianti sostenibili per la produzione
di energia rinnovabile, nell’uso efficiente dell’energia e della
protezione ambientale.

Ha sviluppato e curato diversi progetti nel
settore agroindustriale, con processi termici innovativi e senza la
catena del freddo. Per alcuni di questi – produzione di cibi pronti per
il consumo nati per esportare la gastronomia
italiana – ha ottenuto importanti riconoscimenti a Berlino e al Sial di
Parigi. Curiosità e approccio dello sviluppatore, emersi durante gli
studi di ingegneria e l’attività industriale, sono diventati il
leitmotiv, che ha fatto crescere, guidato e ispirato la sua passione per
l’arte dal 2010 sino ad oggi.

Maggiori info su http://aachille0.wixsite.com/antonioachille-ita

Informazioni
La mostra resterà aperta al pubblico dalle 18 alla mazzanotte, tutti i giorni, tranne il lunedì. All’inaugurazione sarà presente l’autore. L’Ingresso è gratuito.

Il Mad Bistrot, Club e Boutique è in via XXIV Maggio 2, a Bari.

martedì 16 Maggio 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti