Attualità

La Puglia all’Arabian travel market di Dubai

La Redazione
Loredana Capone: «Esploriamo e studiamo nuovi mercati per intercettare nuovi contatti con cui sviluppare in futuro delle azioni»
scrivi un commento 94

Intense e proficue le giornate incontri all’Arabian travel market, cui Pugliapromozione ha partecipato per la prima volta a Dubai dal 24 al 27 aprile.

«La partecipazione alla Arabian Travel Market (Atm), l’evento globale leader per l’industria del viaggio in Medio Oriente, rientra nell’attività promozionale del brand Puglia su nuovi mercati potenziali. Investiamo oggi per farci conoscere e capire come possiamo rispondere alle esigenze di un mercato molto esigente che richiede un’attenzione e un impegno particolari, ma che consente anche con piccoli numeri di fare fatturati di tutto rispetto – ha commentato l’Assessore all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone -. La partecipazione alla fiera è stata importante per esplorare e studiare questo mercato, oltre che per intercettare nuovi contatti con cui sviluppare in futuro delle azioni. La partecipazione ha superato le aspettative in quanto gli operatori interessati ad approfondire la conoscenza della destinazione Puglia sono stati numerosi. Si tratta di un mercato emergente, per cui abbiamo ritenuto opportuno partecipare con uno spazio di 30 mq nel padiglione Italia di Enit, in quanto il brand Italia é molto più riconoscibile rispetto alle singole regioni in questo contesto mondiale. Siamo stati l’unica regione del sud Italia presente insieme a Lazio, Emilia Romagna, Toscana e Lombardia».

Alla fiera dedicata al trade nei quattro giorni sono stati incontrati 120 operatori, 15 professionisti di società di marketing, comunicazione e pubbliche relazioni, interessate soprattutto a sviluppare azioni di promozione diretta ed eventi di presentazione della destinazione e 9 blogger, interessati soprattutto alle esperienze di viaggio relative al food e al benessere (natura e wellness).

«L’area che più rispecchia le caratteristiche ricercate è la Valle d’Itria, con l’offerta relativa al prodotto masseria – spoiega la Regione Puglia -. La difficoltà maggiore è proporre soluzioni che possano garantire anche servizi in grado di mantenere l’accesso riservato alle donne (per esempio in centri benessere) oltre a garantire i servizi di qualità per piccoli gruppi, soprattutto familiari, a prezzi competitivi».

Arabian Travel Market, attualmente nel suo 24mo anno, genera più di 2,5 miliardi di dollari di offerte di settore. Più di 40.000 professionisti del viaggio, ministri governativi e stampa internazionale, visitano Atm ogni aprile per negoziare e scoprire le ultime opinioni e le tendenze del settore.

mercoledì 3 Maggio 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti