Spettacolo

“Abbattiamo i muri”, torna la musica del Premio Maggio

La Redazione
Questa sera all'Arena della Pace l'appuntamento con il concerto organizzato dalla Cgil
scrivi un commento 370

In esclusiva per l’Italia, Shantel & Bucovina Club
Orkestar
. E poi The Zen Circus, Canova, Giorgio Poi, Inude e Petricor. Presenta
Nick Difino accompagnato sul palco dalla dj Misspia e dall’attore Riccardo
Lanzarone.

Poche ore dalla sesta
edizione di Premio Maggio, il concertone
gratuito organizzato da Cgil Bari nell’ambito dei festeggiamenti
legati alla Festa del Lavoro e sostenuta, quest’anno, anche da Cgil
Puglia.

Appuntamento, come ogni anno, all’Arena della Pace (al centro commerciale Mongolfiera) oggi alle 20.30 per una grande manifestazione dedicata alla
musica e ai diritti degli artisti e dei lavoratori nel segno
dell’integrazione.

Nella conferenza stampa di
presentazione Gigia Bucci, segretario generale di Cgil Bari,
ha sottolineato l’importanza di una manifestazione che fa della
musica un terreno di sfida sul quale sviluppare il tema del lavoro:
«Abbiamo
voluto confermare quest’edizione introducendo un elemento di novità:
la capacità di coniugare il cibo e la tradizione bares
e. Ancora una volta il cibo, la musica, il lavoro, il
sindacato, i diritti e le tutele sono elementi di grande congiunzione
e unione tra le persone e soprattutto tra i giovani
».

Le
suggestioni e i ponti tra cibo e musica sono stati centrali
nell’intervento di Nick
Difino
, il presentatore
di questa sesta edizione che, nella sua veste di narratore e foodj,
ha saputo declinare in musica alcuni degli ingredienti che
caratterizzano l’identità barese: «Cibo
e musica sono due elementi imprescindibili che formano la nostra
identità, ma quello che cercheremo di fare sul palco domenica
prossima sarà abbracciare le altre identità insieme alla nostra per
poter essere più vasti di quello che crediamo di essere
».

Con
l’hashtag #abbattiamomuri
il Premio Maggio di quest’anno si presenta infatti come un’edizione
che si propone di superare le barriere culturali che in questa fase
caratterizzano lo scenario geopolitico attuale, grazie a un parterre
che rappresenta quanto di bello la musica sa offrire nell’attuale
momento storico: uno spazio comune in un mondo che continua a
ragionare sul concetto di separazione; è così che gli ospiti
tracciano la mappa di un viaggio che parte dai balcani per tagliare
lo stivale e arrivare fino al tacco d’Italia, passando per Londra e
Berlino.

Ospite
internazionale di quest’anno sarà, in esclusiva, il tedesco
disc-jockey Shantel,
che ha portato le sonorità selvagge dell’Est europeo nel mondo dei
club, accompagnato sul palco dalla Bucovina
Club Orkestar

per il tour “Shantology: 30 years of club guerilla!”, che ad oggi
ha toccato Spagna, Francia e Germania e perfino Istanbul, crocevia
estremo a oriente delle culture europee.

Con
lui sul palco si alterneranno The
Zen Circus
,
certezza del rock indipendente italiano e giunti al 18° anno di
carriera con il loro nuovo album “La terza guerra mondiale”, i
Canova
e Giorgio
Poi,
che, con
i loro rispettivi esordi, si sono dimostrati la migliore espressione
della scena pop e cantautorale nazionale, insieme ai pugliesi Inude,
alfieri di un’elettronica raffinata che proprio dalla Puglia è
partita alla conquista della scena europea.

A loro si aggiungono i Petricor,
gruppo post-rock vincitore del concorso legato alla manifestazione
che ogni anno precede il concerto del 30 aprile e che si snoda come
un percorso annuale alla ricerca
dei migliori talenti della musica emergente pugliese.

Sul
palco del concertone ci sarà spazio per il teatro, con “La Terra
di Lavoro”, performance con voce recitante, tromba ed elettronica
portata in scena da Riccardo Lanzarone e Giorgio Distante.

Su
testi di G. Semeraro, B. Brecht e Pier Paolo Pasolini, il loro sarà
un omaggio ai lavoratori silenziosi, a chi non si lamenta, a chi
stringe i denti e guarda avanti.

Madrina
d’eccezione sarà Misspia, una delle più famose dj del sud Italia,
protagonista insieme ad Assante e Castaldo del format Webnotte de La
Repubblica, ha legato gusto musicale a fascino vintage e una
fantastica ironia.

Premio
Maggio si prepara a una festa che da sei anni coniuga impegno
politico e sociale, una manifestazione che guarda ai diritti della
musica e del lavoro e si propone come un’occasione di confronto
attivo sul territorio, in una Piazza della Pace intorno all’Arena
allestita nella cittadella culturale della Creative
Zone
dalle
18.30 con progetti innovativi, artisti, artigiani, associazioni,
attività solidali e di impegno sociale insieme a giovani idee di
imprenditoria.

domenica 30 Aprile 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti