Calcio

Spezia amara, Bari fuori dai playoff

Nicola Pamiotto
Ancora una sconfitta per i biancorossi in trasferta. Decide Granoche
scrivi un commento 148

Continua la crisi del Bari lontano dal San Nicola. I biancorossi capitolano (1-0) anche contro lo Spezia. Si allunga a quattro il filotto di sconfitte esterne del Bari a cui si aggiungono quasi 400′ senza segnare. Numeri impietosi che sottolineano il momento negativo degli uomini di Colantuono, anche oggi apparsi senza idee e incapaci di impensierire uno Spezia che si è limitato a fare il compitino.

La partita
Colantuono torna alla difesa a tre con Capradossi, Tonucci e Moras. Sulle fasce confermati Sabelli e Daprelà. In mezzo al campo agiscono Romizi, Fedele e Salzano. In attacco accanto a Galano c’è Raicevic, che prende il posto dell’infortunato Floro Flores.

In avvio di partita tegola sul Bari. Al 12′ si ferma anche Romizi, che deve cedere il posto a Basha. Squadre disposte a specchio e la gara stenta a decollare. Non è un caso che il gol del vantaggio dello Spezia arrivi da un calcio da fermo. Al 15′ Piccolo calcia dal limite dell’area, Granoche, con un perfetto stacco di testa, anticipa i difensori baresi e deposita la sfera alle spalle di Micai. Dopo il gol il Bari fa fatica a prendere in mano il bandolo della matassa. A centrocampo si sente la mancanza di gente in grado di organizzare la manovra. Infatti i pericoli per la porta di Chichizola arrivano solo da azione personali. Al 23′ Galano scarica il sinistro da fuori area, ma il portiere argentino alza in corner. Al 36′ azione insistita dello Spezia, ma la difesa del Bari, seppur in affanno, riesce a liberare. Il Bari prova ad alzare il baricentro ma il possesso palla è penalizzato da tantissimi errori in fase di palleggio.

Al rientro dagli spogliatoi squillo di Raicevic, che al 2′ sfrutta una sponda di Tonucci, si gira bene ma calcia di poco fuori. Il pomeriggio dei biancorossi diventa notte fonda al 13′, quando Capradossi sbaglia un facile controllo e stende un avversario, guadagnandosi così il secondo giallo e la doccia anticipata. Se i biancorossi avevano evidenziato grosse difficoltà ad attaccare, da questo momento in poi arrivare negli undici metri avversari diventa un vero e proprio calvario. Al 32′ Maniero prende il posto di Galano. Pochi minuti dopo l’attaccante napoletano era perfino riuscito a trovare la via del gol, ma nell’azione l’arbitro ha ravvisato un fallo commesso nei confronti di Chichizola.

Il Bari scivola fuori dalla zona playoff (per via dei confronti diretti con l’Entella). Ma le brutte notizie non finiscono qui: il lunedì di Pasqua i biancorossi saranno di nuovo impegnati in trasferta contro il Carpi.

Gli spogliatoi
«L’espulsione ha condizionato la nostra voglia di rimettere in equilibrio la partita – ha spiegato Colantuono ai microfoni di Sky -. Stavamo inserendo Maniero e non abbiamo potuto più farlo. Non siamo stati pericolosi in attacco neanche oggi, però non ho visto uno Spezia superiore a noi. La squadra ha lottato e in 10 contro 11 non abbiamo corso un pericolo. Dal punto di vista caratteriale abbiamo fatto una buona partita. Peccato non aver portato punti a casa».

Il tabellino
Spezia: Chichizola, N. Valentini, Terzi, Ceccaroni, De Col, Sciaudone, Maggiore (dal 62′ Fabbrini), Djokovic, Migliore, Piccolo (dal 75′ Mastinu), Granoche. A disposizione: A. Valentini, Signorelli, Baez, Errasti, Datkovic, Vignali, Pulzetti. Allenatore: Di Carlo.

Bari: Micai, Moras, Capradossi, Tonucci, Sabelli, Fedele (dal 65′ Macek), Romizi (dal 12′ Basha), Salzano, Daprelà, Galano (dal 77′ Maniero), Raicevic. A disposizione: Gori, Suagher, Martinho, Macek, Furlan, Parigini. Allenatore: Colantuono.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano.

Marcatori: 15′ Granoche. Ammoniti: Tonucci, Migliore, Capradossi, Granoche, Macek, Daprelà, Basha. Espulsi: Capradossi per somma d’ammonizioni

sabato 8 Aprile 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti