Politica

Sanità, ancora un “no” al Piano di riordino. Opposizioni all’attacco. Emiliano: «Non cambia nulla»

La Redazione
Voto contrario della III Commissione. Forza Italia e fittiani chiedono le dimissioni del presidente della Regione
scrivi un commento 107

Ancora un "parere sfavorevole" della III Commissione – Sanità della Regione Puglia al piano Piano di riordino ospedaliero.

La bocciatura di oggi si somma a quella espressa dalla stessa commissione lo scorso 20 settembre. Allora fu il consigliere di maggioranza, Cosimo Borraccino (Sinistra italiana), a votare contro il piano. Oggi il "no" è giunto dallo stesso Borraccino e da un altro consigliere del centrosinistra, Paolo Campo del Partito democratico. I due voti contrari si sono sommati a quelli dei consiglieri di opposizione, Mario Conca e Marco Galante (Movimento 5 Stelle), Nino Marmo (Forza Italia) e Luigi Manca (Conservatori e riformisti).

Il presidente dell'organismo consiliare, Pino Romano (Pd), dopo la votazione ha annunciato le proprie dimissioni.

Le opposizioni attaccano: «Emiliano si dimetta»
Duro il commento dei partiti di opposizione. «A dimettersi deve essere non il presidente della Commissione sanità, Romano, che invece deve rimanere al suo posto, ma l’assessore alla Sanità, Emiliano» affermano i Conservatori e riformisti. «Il Piano di riordino ospedaliero viene per la seconda volta sonoramente bocciato dai consiglieri regionali. Una bocciatura trasversale (oggi hanno votato contro anche due consiglieri di maggioranza) che dimostra come la nostra opposizione non fosse strumentale e preconcetta».

Per Forza Italia «questo Piano di riordino, parafrasando Manzoni nei “Promessi Sposi”, “non s’ha da fare”». «Dopo oltre un anno di discussioni, revisioni e bocciature, in III Commissione Sanità arriva il colpo di grazia al documento programmatico, affossato dal voto contrario non solo delle opposizioni ma anche di alcuni esponenti della maggioranza» aggiungono i berlusconiani, che si uniscono alla richiesta di dimissioni avanzata dai fittiani.

«La seconda bocciatura di questo piano di riordino è un fallimento di Michele Emiliano da assessore alla Sanità» denunciano i consiglieri del Movimento 5 Stelle. «Questa bocciatura e le dimissioni del presidente Romano – sottolineano – dimostrano ancora una volta la debolezza di questa maggioranza, puntualmente spaccata quando si tratta di prendere decisioni di fondamentale importanza per la Regione».

Il commento di Emiliano
E il presidente della Regione e assessore alla Sanità replica così: «La protesta contro il piano di riordino da parte del sindaco di Manfredonia ha oggi indotto il consigliere regionale della città a votare in Commissione contro il suddetto piano. Entrambi chiedevano che le strutture complesse (in pratica l'esistenza dei primariati) fossero rese compatibili con gli ospedali di base, in modo da poter istituire in futuro nuove strutture di tal tipo».

«Purtroppo – aggiunge Emiliano – la legge nazionale, non il piano di riordino, non consente per il futuro agli ospedali di base di istituire nuove strutture complesse, ma al massimo di semplici o dipartimentali assegnate a primari aventi sede in diverse città. Tuttavia, è stato spiegato in commissione dal dott. Ruscitti, è possibile lasciar sopravvivere le strutture complesse esistenti (anche se l’ospedale è di base) a seguito dell’adozione dell’atto aziendale che opera una ricognizione del fabbisogno decretando la necessità del permanere delle strutture complesse. Questa disponibilità a precisare il piano di riordino anche mediante l’atto aziendale è stata verbalizzata in commissione».

«È dunque incomprensibile – commenta ancora Emiliano – la decisione del consigliere Campo di votare, solo per questa ragione, contro un provvedimento di ben più vasta portata e importanza. Tale voto del consigliere Campo non cambierà nulla del piano di riordino. Le esigenze localistiche, pur apprezzabili, non possono cambiare una legge nazionale che il nostro piano di riordino deve rispettare».

mercoledì 18 Gennaio 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti