Cultura

Santo Spirito Ieri e Oggi, la mostra fotografica

Gaetano Macina
Una mostra dedicata al quartiere visto attraverso gli archivi storici di Angelo Roncone e l'obiettivo di Gianluca Roncone.
scrivi un commento 354

Sabato 1 Dicembre alle ore 11,00  è stata inaugurata a Santo Spirito in via Napoli 73  (di fronte l'ex Bar Carrassi) una mostra fotografica dedicata al quartiere  visto  attraverso gli archivi storici di Angelo Roncone e l'obiettivo di Gianluca Roncone.

Un’altra chicca che va ad aggiungersi alle diverse  mostre fotografiche che lo storico locale Angelo Roncone ha dedicato al territorio ed alla storia presente e passata di Santo Spirito.  Un valido aiuto per la realizzazione della mostra da parte di Angelo  è stato l’apporto di idee e di nuova tecnologia del figlio Gianluca. Questi oltre ai bellissimi scatti su Santo Spirito,  con l’ausilio di un televisore ed in lettore DVD ha offerto ai visitatori la possibilità di vedere a video tutte le centinaia di foto esibite nella mostra. Tutto a nostre spese, ha dichiarato Gianluca, senza apporti finanziari né da organismi pubblici ne tantomeno da sponsor privati , ma l’amore per Santo Spirito  e per la sua storia presente e passata val bene qualche sacrificio economico.

Temi trattati nella mostra,  attraverso migliaia di fotografie,  sono il fascismo, le ragazze anni '50, la scuola, lo sport,  gente di mare,  la vespa,  le feste patronali,  le spose, la musica e personaggi famosi che si sono fermati o hanno soggiornato a S.Spirito, le uniformi.
Una preziosità al centro della sala espositiva una vecchia fotografia inedita degli anni 30 che rappresenta il porto di Santo Spirito, nulla a che vedere con la realtà attuale, dove si eveidenzia la presenza di stabilimenti balneari, ormai scomparsi, una foto ingrandita al massimo della risoluzione, senza sgranature  e costata ai Roncone  un bel po’ di quattrini, ma ne valeva la pena hanno dichiarato. Un’altra chicca , una bellissima gigantografia a colori del porto di santo Spirito assolutamente da ammirare che troneggia anch’essa sul lato sinistro della sala espositiva.
Interessanti le tante fotografie del periodo fascista a Santo Spirito e Palese dove spicca la foto del Principe Amedeo di Savoia Duca D’Aosta  venuto a Palese  il 5 Novembre 1936 durante una visita alla Fiera del Levante per inaugurare l’edificio intitolato al figlio morto Filiberto di Savoia.

Ma tutto il resto della mostra è interessante perché dalla visione di tutte le foto in mostra il visitatore riesce a intravedere  molto chiaramente i cambiamenti tra la Santo Spirito di ieri con quella di oggi sotto tutti i punti di vista.
Una mostra fotografica assolutamente da visitare e che resterà aperta fino al 15 Gennaio 2013 con ingresso gratuito. Per info Angelo,  cellulare 3396218325

sabato 8 Dicembre 2012

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti