Attualità

Quel Bando Regionale così ‘anomalo’

Laura Bienna
Vacante un posto da giornalista, ma il requisito richiesto è la laurea con curriculum "Spettacolo"
scrivi un commento 10

L’Assostampa Puglia si scaglia contro la Regione Puglia e, nello specifico, contro il bando per addetti alla comunicazione emanato dagli Uffici dell’Assessora Marida Dentamaro

Il motivo? Parrebbero assai singolari alcuni requisiti richiesti per accedere al concorso per il posto. Innanzitutto la partecipazione alla selezione viene riservata ai soli giornalisti pubblicisti, escludendo, in maniere irrazionale, i colleghi ‘professionisti’. Non solo irrazionalità ma anche vera e propria violazione di legge, dal momento che questo tipo di comportamento è vietato Legge 150 del 2000.

Ma non è tutto: altro requisito assai particolare il possesso della laurea specialistica in Lettere classe LM-65. Una laurea in comunicazione, penserete voi? In editoria e giornalismo? No, nulla di tutto ciò, la laurea richiesta è quella che prevede il curriculum di ‘spettacolo e cultura teatrale’. Orbene, a cosa mai potrebbe servire questo titolo così settoriale per ricoprire un posto che prevede una figura professionale legata all’informazione e alla comunicazione? A maggior ragione, cosa centra, poi, la richiesta di tale titolo se il posto da ricoprire è emanato dall’ufficio dell’assessore al decentramento e alle autonomie locali?

Qualcuno ha già azzardato l’ipotesi: si tratta dell’ennesimo bando ‘cucito addosso’.  Il Capogruppo PDL Palese , ad esempio, che ha dichiarato: “La grave denuncia del Presidente pugliese di Assostampa Raffaele Lorusso sulle stranezze contenute nell'ennesimo singolare bando per addetti alla comunicazione  emanato stavolta dagli Uffici dell'assessore Dentamaro, merita enorme attenzione ed una risposta chiara da parte del Governo regionale– e ha continuato- Come mai un bando per addetti alla comunicazione dell'assessorato regionale a Federalismo, sistema conferenze, enti locali, risorse umane non é destinato a giornalisti professionisti, ma prevede tra i requisiti una laurea specialistica in scienze dello spettacolo e cultura teatrale? Si tratta di un macroscopico errore o di un bando cucito su misura per qualcuno? L'assessore Dentamaro faccia immediata chiarezza e, eventualmente, revochi subito il bando”

Assostampa, intanto, ha dichiarato illegittimo il bando, che è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale Regionale lo scorso 6 Dicembre,  e che prevede una collaborazione coordinata continuativa della durata di due anni. 

Che sia richiesto un tale curriculum, forse, perché si tratta dell’ennesimo teatrino dei posti già assegnati?

 

sabato 8 Dicembre 2012

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti